<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1267344923293614&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Cube Blog

5 fattori da considerare nella scelta dell'Enterprise Portal Software

Leonardo La Polla,

5 fattori da considerare nella scelta dell’enterprise portal software

Ricordi quando nel 1999 venne alla luce il Cluetrain Manifesto? Un interessante lavoro a quattro mani che oggi suona quasi come una profezia. 95 tesi sulla inevitabile trasformazione delle aziende, chiamate ad adeguarsi ai futuri cambiamenti post Internet, ad “abbattere le barriere comunicative” e a iniziare conversazioni con i mercati. Una visione avveniristica sul necessario cambiamento di mentalità e tecnologie che le imprese avrebbero fatto meglio a considerare per sopravvivere ai nuovi mercati che di lì a poco sarebbero stati sempre più interconnessi e intelligenti, aperti alla condivisione e all’interazione.

 

Scopri le 5 migliori piattaforme per i Portali Web!

 

All’alba del Cluetrain Manifesto, un Enterprise Portal Software era forse ancora lontano da come lo intendiamo oggi. Siamo nell’era del Web 4.0, persino gli oggetti sono connessi... Se si vuole restare nel mercato e risultare interessanti, bisogna abbattere ogni tipo di barriera: linguistica, tecnologica e relazionale. Questa rivoluzione inizia dall’interno, proprio nel cuore delle aziende, per estendersi a tutto l’ecosistema imprenditoriale e alla percezione del brand da parte degli utenti finali.

Perché adottare un Enterprise Portal?

Un enterprise portal software propone la stessa flessibilità e ricchezza di risorse all’utente esterno. In questo caso, il presupposto da cui partire è quello del valore. Il valore è dato dalla sua utilità e dall'affidabilità del portale, nel fornire strumenti per personalizzare pagine e contenuti, interagire con i servizi in modo dinamico e sicuro per la protezione dei dati sensibili e le transazioni online, ricevere assistenza online. In questo senso, un enterprise portal software professionale include funzioni di instant messaging oltre ai più consueti canali di comunicazione (email e modulo di contatto), e un sistema di sicurezza blindato: protocolli progettati per consentire alle applicazioni di trasmettere informazioni in modo sicuro; cookie di sessione; sistemi di crittografia dati utente e ID sessione, e per la trasmissione di file e report elettronici da/a clienti, ecc.

La necessità di un portale professionale è avvertita e assodata dalle imprese, ma a molte risulta ancora complesso scegliere un enterprise portal software dotato di tutte le funzionalità indispensabili. Un portale strutturato e al contempo semplice da gestire anche senza conoscenze tecniche, compatibile con i diversi punti di accesso alla Rete, adattabile ad architetture preesistenti, espandibile nel tempo per lo sviluppo di servizi aggiuntivi, che non gravi troppo sui costi di gestione e manutenzione.

Dovendo tener conto di tutta una serie di compiti da assolvere, la scelta dell’enterprise portal software si fa ardua, oggi più che mai. Fra i molteplici fattori da considerare nella scelta della giusta piattaforma, ce ne sono però cinque sono davvero essenziali, che ti elenco di seguito:

5 fattori determinanti nella scelta dell’enterprise portal software

1. Personalizzazione

Uno dei fattori da considerare nella scelta del miglior enterprise portal software è il grado di personalizzazione possibile dal lato utente, amministratore e sviluppo. La piattaforma ideale supporta tecnologie framework per creare interfacce utente interattive e customizzabili. Prevede quindi diversi metodi per lo sviluppo di componenti web (portlet, widget, gadget) in Java/.Net/PHP/Ruby/Ajax/HTML; include e integra sistemi per assegnare autorizzazioni e segmentare utenti e gruppi secondo gerarchie.

Al portale si accede con una sola autenticazione Single Sign-On. Una volta effettuato l’accesso, utenti interni ed esterni devono poter compiere diverse operazioni in base a ruoli, profili e permessi assegnati, fra le quali:

  • organizzare la propria dashboard con il trascinamento delle componenti web per visualizzare e interagire con dati e contenuti autorizzati e/o di loro interesse
  • utilizzare sistemi di automazione per operazioni e procedure più o meno complesse (dalla creazione e condivisione di contenuti all’analisi dati)
  • creare e personalizzare minisiti, pagine, contenuti, menu di navigazione, moduli di contatto, template, ecc.
  • condividere documenti con strumenti di social networking all’interno della rete aziendale, nella community del portale, e nelle reti social esterne (Facebook, Youtube, Twitter).

2. Scalabilità

Ai fini di una scalabilità ottimale, un enterprise portal software include e integra strumenti per sviluppare funzionalità avanzate, scalabili in autonomia; soluzioni di continuità operativa (processi di fault-tolerance); sistemi di monitoraggio delle prestazioni di applicazioni e infrastruttura, fra le quali:

  • analisi delle performance e dell’utilizzo di CPU e memoria, velocità di trasferimento dati ecc.
  • sistema di caching
  • clustering: sistema di server (o nodi) interconnessi per offrire un servizio all’utente come singola entità
  • sistemi di load balancing (bilanciamento del carico) per gestire le richieste distribuendo il carico di lavoro su più risorse, a seconda della funzione (es: login, consultazione cataloghi, transazioni, posizione geografica, tipologia di utenza)
  • backup automatici per proteggere dati e documenti in presenza di guasti e/o interruzioni.

In previsione della progressiva espandibilità del portale e dell’aumento del carico di lavoro, la piattaforma deve assicurare l’integrità delle sue prestazioni, assolvendo - fra gli altri - questi compiti principali:

  • incrementare la banda in modo dinamico per evitare interruzioni di servizio anche in presenza di grandi volumi di dati, applicazioni e di improvvisi flussi intensi di traffico
  • includere sistemi nativi compatibili con ambienti Cloud
  • elaborare e rispondere a diverse e molteplici richieste, transazioni e servizi, anche in caso di complessi carichi di lavoro concorrenti.

3. Capacità di integrazione a 360°

Un altro fattore determinante nella scelta dell’enterprise portal software è la sua flessibilità nell’integrare sistemi legacy e tecnologie eterogenee, adattarsi a diverse architetture preesistenti e a software di terze parti, fra i quali:

  • Single Sign-On di terze parti, server single sign-on (LDAP, NTLM, OpenID, OpenSSO, Josso)
  • API proprietarie; SOAP, REST (protocolli per l’interazione tra applicazioni web)
  • tecnologie Microsoft .NET 3.0, incluso Windows Communication Foundation e Windows Workflow Foundation
  • repository di Google e strumenti come email / Calendari tra cui Notes, Exchange, Google, iCal / IMAP
  • piattaforme CMS di terze parti
  • motori di ricerca esterni
  • sistemi di autenticazione preesistenti: LDAP; Oracle Access Manager; CA SiteMinder; Novell Identity Manager; Sun Identity Manager / Apri SSO; Tivoli; SAML, CAS, OpenID
  • servizi di messaggistica istantanea AOL, Google, Yahoo, MSM, Lotus Sametime e Jabber
  • strumenti social networking e gadget di terze parti (Youtube, Facebook, Twitter, ecc.).

4. Creare e condividere contenuti con CMS e Social Networking

Un enterprise portal software include un CMS, ovvero un sistema completo per la gestione dei contenuti, compatibili con tutti i browser e i dispositivi mobili, che consente a utenti e amministratori di compiere diverse operazioni a seconda di ruoli e permessi:

  • creare, modificare e pubblicare contenuti multimediali con un editor di testo WYSIWYG (senza conoscere HTML); replicare contenuti in diverse aree del sito senza duplicare lo spazio di archiviazione; scegliere la lingua preferita rilevata automaticamente dal sistema
  • inserire immagini, video, audio, collegamenti interni ed esterni
  • visualizzare pagine in anteprima e pubblicare in ambienti di staging
  • integrare contenuti da CMS esterni attraverso un protocollo di interfaccia nativo; importare contenuti nel proprio repository da repository esistenti
  • assegnare alla pagina una URL “friendly”, leggibile, e diversi alias allo stesso contenuto; accedere a linee guida e strumenti SEO per ottimizzare titoli, meta descrizioni, parole chiave di testi, video e immagini
  • assegnare permessi a utenti / gruppi per gestire contenuti da pubblicare dopo approvazione
  • condividere contenuti con strumenti quali blog, wiki, chat, sondaggi, messaggistica.

5. Standard tecnologici moderni e sostenibilità dei costi a lungo termine

Infine, un valido portale enterprise poggia su standard tecnologici moderni, Open Source, flessibili ed espandibili a lungo termine, adattabili a ogni infrastruttura e compatibili con software closed-source. Piattaforme di questo tipo sono vantaggiose per tutti i fattori che abbiamo visto, ma anche perché abbattono i costi di licenza, sviluppo e manutenzione.

Come scegliere l'Enterprise Portal Software per il tuo business?

Una volta compresi i cinque fattori da considerare nella scelta dell’enteprise portal software, puoi valutare la piattaforma più adatta alla tua azienda. Per aiutarti nella scelta, abbiamo realizzato un eBook gratuito sulle migliori 5 piattaforme per Portali Web: per scaricarlo ti basta cliccare sul pulsante qui sotto!

 

New Call-to-action

Share this post

  

Commenti

New call-to-action

Iscriviti qui!

Condividi questo blog

   

Post correlati