<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1267344923293614&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
menu

Blog

Digital Compliance: come digitalizzare l'azienda in conformità alla legge

Leonardo La Polla

Leonardo La Polla, 22 luglio 2019 | Digitalizzazione Aziendale

Perché la digital compliance è un tema che le aziende non possono più trascurare e in che modo puoi avviare un processo di digitalizzazione aziendale rispettando la normativa in vigore in ambito di privacy e sicurezza dei dati? Vediamo ora la risposta a questa domanda analizzando il rapporto tra digital compliance, GDPR e Digital Tranformation con la consapevolezza che si tratta della sfida più grande che le aziende si trovano oggi ad affrontare.

Realizza la digitalizzazione in azienda con il nostro e-book gratuito!

Cominciamo subito con un dato: secondo Gartner entro 3 anni, il 95% degli attacchi informatici sarà causato da comportamenti errati da parte degli utenti. Quello che non tutte le aziende sanno è, però, che la sanzione amministrativa per il furto di dati sensibili per le aziende va da 10mila a 120mila euro e per questo è fondamentale tutelare la gestione dei dati, alla base della digitalizzazione anche della tua azienda. Un obiettivo, questo, alla base anche dell'emanazione del General Data Protection Regulation o GDPR n.2016/679 in materia di dati personali e privacy, operativo dal 25 maggio 2018. Vediamo quindi come assicurarsi di essere a norma anche utilizzando le più avanzate tecnologie digitali, come machine learning o blockchain.

Digital Compliance e GDPR: come essere a norma

Con il GDPR la Commissione Europea vuole assicurare e rafforzare la protezione dei dati personali dei cittadini e dei residenti UE, unificando e rendendo omogenea in tutti i Paesi la normativa sulla privacy e obbligando tutte le aziende titolari del trattamento dei dati a osservare gli obblighi previsti dal regolamento, che va ad abrogare gli articoli del precedente D.Lgs n.196/2003 incompatibili con la nuova Direttiva 95/46/CE.

Si tratta di un importante passo avanti, in linea con la diffusione delle tecnologie digitali e volto a favorire la digital compliance in tutte le aziende che si trovano a dover gestire una grande mole di dati di diverso formato e per le quali la gestione del rischio è elemento strategico per il business.
Pensiamo, ad esempio, alle istituzioni finanziarie, che fanno del rischio un elemento strutturale della gestione dell’azienda. Per questo motivo, ogni azienda e istituzione deve oggi conformarsi alla normativa sulla digital compliance, comunicando con trasparenza obiettivi e risultati non solo per evitare sanzioni da parte delle autorità, ma anche per evitare danni alla reputazione e a cali di produttività.

Digital compliance e compatibilità con le innovazioni tecnologiche

Una tecnologia innovativa a disposizione delle aziende per ottimizzare i costi legati alla digital compliance, aumentando al contempo l’efficienza e l’efficacia dei sistemi di controllo interno è il machine learning. Si tratta della possibilità di identificare in tempo reale i rischi e fornire informazioni utili al senior management, permettendo di concentrare l’attività di compliance sulle aree aziendali a maggiore rischio per la sicurezza dei dati.

I senior manager dell’azienda, come sai, non solo devono raggiungere gli obiettivi di digital compliance e rispettare la normativa prevista dal GDPR, ma anche ridurre i costi di gestione. Un compito questo, che può essere reso più semplice proprio dalla digitalizzazione aziendale e in particolare dall’adozione di tecnologie come il Machine Learning, che migliorano la funzione di controllo, automatizzando e facilitando la raccolta e analisi dei dati, ottimizzando al contempo i costi legati alla digital compliance.
I senior manager e chi si occupa di tali funzioni in azienda possono così identificare i rischi potenziali in materia di privacy e sicurezza dei dati aziendali e concentrare l’attenzione sulle aree a maggiore rischio, aumentando l’efficienza del sistema e assicurando il rispetto della normativa.

Un’altra tecnologia che ha ampliato le frontiere della sicurezza e trasparenza dei dati è la blockchain, che ha velocizzato, semplificato e ridotto i costi dei processi per una gestione ottimale della digital compliance aziendale, rappresentando un vero salto di qualità per chi decide di utilizzarla nella digitalizzazione aziendale. Adottare le moderne tecnologie di blockchain permette, infatti, alla tua azienda di rispondere a tutte le sfide tecnologiche generate da un mondo sempre più complesso, interconnesso e in evoluzione, ma soprattutto ad un quadro legislativo in costante aggiornamento.
Se, infatti, da un lato le istituzioni lavorano per difendere cittadini e aziende dall’esposizione ai rischi di attacchi informatici, dall’altro ogni azienda deve assicurare una gestione ottimale della compliance aziendale. Non solo: nell’ambito della GDPR adottare la blockchain può portare benefici anche al cosiddetto GRC – Governance Risk & Compliance – ottimizzando le procedure e minimizzando i rischi, ma soprattutto mettendo ogni azienda nella condizione di poter adeguarsi e rispondere con prontezza a un sistema normativo europeo in continua evoluzione.

La digital compliance e l’importanza di un sistema integrato di gestione aziendale

Oggi la maggior parte delle aziende tende a gestire in modo distinto i diversi sistemi di gestione interni, quali sicurezza sul lavoro, sicurezza delle informazioni, data protection, continuità operativa, responsabilità sociale ma anche conformità alle normative europee e nazionali.

Eppure, la recente attuazione del GDPR, così come l’evoluzione tecnologica dimostrano la necessità di un unico approccio alla governance e alla digital compliance, dato che sono diversi i requisiti comuni alle varie aree aziendali e duplicare gli adempimenti rappresenta un costo in più.
In questo senso si muove, quindi, anche la digitalizzazione aziendale con l’adozione di strumenti GRC che supportino un approccio di gestione del rischio e di conformità normativa volto ad assicurare che “l’organizzazione operi eticamente e in accordo con la sua propensione al rischio, alle politiche interne e alle norme esterne attraverso l’allineamento di strategia, processi, tecnologia e risorse umane di cui dispone in modo tale da aumentare efficienza ed efficacia”.

Appare quindi evidente come sia necessario adottare un sistema integrato di gestione aziendale dal dato, capace di garantire efficacia di utilizzo, ma allo stesso tempo la sicurezza e il rispetto della privacy per tutti gli attori coinvolti nel processo.

Se vuoi approfondire l’argomento della digitalizzazione aziendale, puoi scaricare l’eBook Come accelerare la digitalizzazione dell'azienda in 5 step: scoprirai quali vantaggi puoi ottenere per la tua azienda e il miglior modo per entrare da protagonista nel mondo della digital transformation, clicca sul pulsante qui sotto!

New call-to-action

Lascia un commento