Life In Extra

Alla scoperta dell'Iran meno conosciuto: la nostra bike adventure è iniziata!

Leonardo Paolino,

Anche martedì è stata una giornata lunga. Dopo una splendida colazione, siamo finalmente partiti da Shahreza in sella alle nostre bici, dando il via alla nostra vera e propria bike adventure!

Per quasi la totalità del viaggio, circa 50 km tra Dehaghan e Mehr Gerd, abbiamo pedalato sull'asfalto. A circa un'ora dall'arrivo è iniziato a piovere ma, per fortuna, siamo giunti presto presso una baracca in cemento e mattoni (che, a dire la verità, sembrava un rifugio temporaneo!) di un conoscente di Yaghoob, all'interno della quale era già stato allestito il nostro alloggio ed un bel pranzo, molto ricco. Nel pomeriggio è uscito il sole, così abbiamo deciso di fare un altro giro in mtb di circa 2-3 ore. Questa volta, però, abbiamo percorso una strada sterrata.

 

Il giro è stato bellissimo! Eravamo spersi nelle montagne e piano piano siamo saliti, raggiungendo i 2800 metri di altezza. Lungo la strada, abbiamo incrociato tanti abitanti della zona che si erano riuniti all'area aperta per mangiare insieme, in occasione di una festa islamica (Mabaas) che viene celebrata ogni anno in una data leggermente differente, a seconda del calendario lunare.

Piano piano, poi, salendo, ci siamo ritrovati nel bel mezzo della natura incontaminata, dove si sprigiona una forza naturale straordinaria.

La particolarità del posto dove abbiamo trascorso la notte è che in mezzo al nulla.

 

Ho dormito in tenda, da solo, in mezzo alle montagne, e c'era un cielo stellato di una bellezza che non riesco nemmeno a descrivere. La temperatura sarebbe stata sicuramente più mite e piacevole all'interno della baracca, con gli altri, ma avevo piacere a dormire in tenda, all'aperto, a maggiore contatto con la natura, sotto le stelle. Indimenticabile.

Share this post

   

Commenti

Condividi questo blog