<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=147485065963339&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Magnet Blog

Direct Email Marketing vs Inbound Marketing: differenze, vantaggi e numeri

Francesco Pini,

Direct Email Marketing vs Inbound Marketing - differenze, vantaggi e numeri

Il web gioca un ruolo importantissimo nella comunicazione. L'affermazione di internet nel quotidiano ha portato nelle nostre vite tantissimi modi diversi di raggiungere i destinatari con i nostri messaggi: dalla lettera elettronica ai forum, dai blog alla messaggistica istantanea, fino addirittura a bot in grado di replicare esattamente le nostre risposte.

 

 Scarica la guida e comincia con la tua strategia di Inbound Marketing!

 

Ad di là dei mezzi più o meno sofisticati che possano esistere, la costante, imprescindibile, è sempre la stessa: l'email. La potenza della mail e le sue peculiarità hanno reso un evergreen questo modo di comunicare. In particolare, le aziende negli anni hanno utilizzato questo strumento in modo massivo e -talvolta- con il solo obiettivo di raggiungere più persone possibile, senza preoccuparsi della personalizzazione in base al destinatario. Ma se le Direct Email Marketing (DEM) sono di così semplice utilizzo, non è detto che abbiano un'elevata efficacia: con l'avvento dell'Inbound Marketing si è capito infatti che c'è un modo migliore per ottenere risultati con le email. 

Le DEM: Direct Marketing Email 

Direct Email Marketing

Le DEM sono un valido alleato per quelle aziende che hanno tantissimi contatti e pochissimo tempo da perdere. Il tempo di scrivere una mail con testo persuasivo, selezionare il database e il gioco è fatto.

I vantaggi delle Direct Marketing Email sono principalmente tre:

  1. le DEM sono facili da usare: inviare una DEM è forse anche più semplice di affidarsi a carta e penna, visto che ti toglie l'impiccio di leccare centinaia di francobolli. Con un solo clic puoi raggiungere un elevato numero di persone;
  2. le DEM sono economiche: al di là dei costi di creazione del contenuto, inviare una DEM non ha costi elevati. Richiede solo un po' di tempo per la scelta dei destinatari e l'utilizzo di una connessione internet;
  3. le DEM sono veloci: con l'email marketing puoi raggiungere quando vuoi il tuo target, ti è sufficiente avere le giuste email. Questo tipo di comunicazione può essere davvero il vantaggio che può farti battere la concorrenza, rimasta indietro anche di un solo minuto.

Ma non è tutto oro quello che luccica. Se infatti è possibile profilare le DEM a seconda del target che vogliamo raggiungere (risparmiando ancora più tempo), non dobbiamo dimenticare che questo tipo di attività ricade nel cosiddetto outbound marketing. Va infatti a "colpire" persone che non è detto siano interessate al contenuto della mail in quel particolare momento.

Pensa che circa il 44% delle direct email non viene mai aperto! A risolvere questo annoso problema ha fatto la sua comparsa la metodologia Inbound.

L'Inbound Marketing 

Inbound Marketing Email

Ormai l'hai capito (e sperimentato sulla tua pelle, scommetto): la gente si è stufata di ricevere pubblicità su pubblicità a ogni ora del giorno e della notte! La Banner Blindness, la cosiddetta "Cecità da Banner", non è un concetto nuovo: si tratta di quel fenomeno per il quale un utente diventa sempre più abituato a individuare con rapidità gli spazi e le inserzioni pubblicitarie, diventandone in un certo senso immune. Quante volte ti sarà capitato di eliminare direttamente una mail che aveva dei palesi connotati pubblicitari? O quante volte non ti sei accordo di certe pubblicità in TV o sul giornale perché ben lontane dai tuoi interessi?

Con l'Inbound Marketing si vuole evitare tutto ciò, per un duplice motivo: non disturbare il consumatore nelle sue attività (non per niente l'outbound è spesso associato al termine "interruption marketing") e, soprattutto, non sprecare soldi inutilmente! La metodologia inbound prevede infatti di attirare gli utenti con contenuti di qualità e rilevanti per il target, mostrando qualcosa che sia esattamente in linea con ciò che viene ricercato, andando a intercettare il consumatore nelle sue fasi più recettive.

[Leggi anche: Email Marketing: HubSpot vs MailChimp]

Anche l'Inbound Marketing fa largo uso di email: infatti la partita non si gioca sullo strumento, ma sull'utilizzo che se ne fa.

  • Follow up email: sono le email che servono a "seguire" (follow) il contatto. Che sia a seguito di un evento o a seguito del download di un contenuto, il loro scopo è quello di mantenere il contatto con il lead.
  • Email nurturing: il lead nurturing è fondamentale nella metodologia inbound perché consente di tenere "caldo" il lead che ha mostrato interesse verso i nostri contenuti e verso le nostre attività; con le email è possibile inviare ulteriori contenuti rilevanti per il nostro contatto, accompagnandolo lungo il percorso di conversione e spingendolo sempre più verso l'acquisto.
  • Newsletter marketing: è un caso particolare di lead nurturing, perché ha lo stesso obiettivo di mantenimento della relazione, ma si caratterizza per delle scadenze ben definite (quotidiane, settimanali, mensili, ecc.). Le newsletter sono molto importanti per continuare a coltivare la relazione con i lead, offrendo loro contenuti sempre freschi ed esattamente in linea con i loro interessi.

Direct Email Marketing vs Inbound Marketing

Direct Email Marketing vs Inbound Marketing

Avendo piena consapevolezza del buyer's journey del nostro consumatore tipo, diventerà molto più semplice inviare la giusta mail al giusto orario. In questo modo i tassi di apertura risulteranno migliori, senza contare che un contenuto in linea con la buyer persona porterà a un click rate maggiore.

  • Il 77% dei consumatori online preferisce ricevere promozioni via mail solo dopo un esplicito consenso.
  • Chi si è iscritto più recentemente alla tua newsletter è quello che più probabilmente cliccherà i link presenti nelle mail da te inviate.
  • I consumatori che ricevono newsletter email da un'azienda spendono l'82% in più quando decidono di comprare da lei.

Cosa significano questi dati? Che è imperativo rivedere le proprie strategie di email marketing! Con la metodologia Inbound puoi ottenere risultati migliori dalla tua comunicazione via mail. Se vuoi conoscere più in dettaglio come sviluppare una vera e propria strategia di Inbound Marketing per la tua azienda, puoi scaricare gratuitamente il nostro eBook:

Sviluppare una strategia di Inbound Marketing

Articoli consigliati per te 📖


Commenti

HubSpot Free Trial

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo blog