<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1267344923293614&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Blog

HubSpot Integrations: tutto quello che devi sapere sulle app disponibili

Hossein Moghaddam

Hossein Moghaddam, 20 gennaio 2020 | Integrazioni di HubSpot

Internet, è ormai noto a tutti, ha avuto molto impatto sulla vita di tutti i giorni, rivoluzionando totalmente il processo d’acquisto dei nostri clienti e decuplicando i punti di contatto tra marca e utente. Il risultato? Una marea di dati e di informazioni che rischiano di mettere in crisi perfino i marketing analyst più dotati. Ma, se eliminare uno dei media dalla tua digital strategy non è nemmeno lontanamente pensabile, puoi invece considerare l’idea di riunire tutte queste informazioni in un unico pannello. Come? Con il software giusto!

Scarica il nostro eBook gratuito e scopri HubSpot Growth Stack!

E-mail marketing, mobile marketing, social media marketing, content marketing. Oggi tutto è marketing. O meglio: quasi ogni device che fa parte della nostra vita può diventare uno strumento di marketing. Un’occasione che i brand non vogliono perdere, e hanno ragione, perché è proprio attraverso le peculiarità di ogni media che è possibile raggiungere le diverse nicchie di mercato.

Ma se in passato a spaventare era la declinazione dello stesso messaggio nei diversi linguaggi, alle porte del 2020 a terrorizzare i colleghi a capo dei dipartimenti di marketing sono le reportistiche, che si sono fatte sempre più complesse.

Pensiamo solo un attimo alle KPI di una campagna. Poniamo che tu abbia creato una serie di contenuti per i tuoi social con il solo obiettivo di fare brand positioning. KPI come la copertura sono invariate, qualsiasi esso sia il social di riferimento. Peccato però che tu debba consultare almeno un paio di dashboard per confrontare i dati, magari riportali in Excel per poi generare il grafico.

Vogliamo invece pensare alle campagne di traffico destinate alla stessa landing? Un idillio. Tra la Search console di Google, l’Analytics, il Pixel di Facebook e magari pure Hotjar il rischio è che tu dia le dimissioni, prima di venirne a capo. Senza contare, poi, che tutti questi dati, poi, ti tocca trasformarli in un criterio per le campagne successive come quelle di email marketing o di retargeting. Insomma: una catastrofe.

È chiaro che far parlare tutti questi media non è affatto semplice a meno che tu non scelga di usare dei tool che permettano uno scambio di dati. Il punto però è che far andare d’accordo tutte queste API non sempre è così semplice a meno che tu non scelga di base un software pensato per far interfacciare i vari media, raccogliere i dati dai vari canali, restituendoli in un’unica dashoboard, e soprattutto dandoti la possibilità di sfruttarli per la profilazione del pubblico oggetto delle tue campagne.

A questo punto ti starai chiedendo se sul mercato sia disponibile un qualcosa del genere e lasciaci dire che sì, esiste. HubSpot non è un semplice CRM, come molti ritengono. Si tratta bensì di un software integrato che ti permette di usare innumerevoli tool tant’è che conta più di 200 integrazioni, oltre alle innumerevoli funzioni sviluppate in house dal software americano.

Lo sappiamo: avere un solo strumento sembra andare controtendenza. Dopotutto siamo figli di una generazione che ci ha abituato ad aver un programma per l’emissione delle fatture, uno per la stesura delle e-mail, uno per i calcoli e l’altro per le presentazioni.

Tuttavia, avere tanti strumenti specifici può darti qualche noia.

Quali sono gli svantaggi del mancato utilizzo di un software integrato?

Hai presente quel momento in cui, a fine campagna, ti rendi conto che avresti bisogno di tre monitor? Incrociare i dati è complicatissimo, aumenta la possibilità di errore e soprattutto non ti permette di fare azioni mirate.

Sì. A pensarci bene, la reportistica è solo uno degli aspetti che ha complicato la pluralità di touch-point. Dopotutto, ti starai dicendo, i report li produco insieme ai colleghi una volta al mese! Una sfida affrontabile, è vero, ma che dire della azioni di marketing? Non ti piacerebbe poter inviare il messaggio giusto al destinatario giusto?

Oggigiorno, ce ne rendiamo conto, non basta usare il femminile o il maschile. L’utenza è sempre più attenta al tono di voce che viene impiegato e, soprattutto, odia ricevere contenuti che reputa poco pertinenti o che ha già visto. Non puoi lasciare nulla al caso perciò, se vuoi aumentare le tue chance di crescita, devi sicuramente preoccuparti di offrire al singolo cliente esattamente quello che vorrebbe, nel modo in cui desidera. Sì, come succede nel negozietto all’angolo, con il commesso che ti conosce da una vita.

Superare questo gap però non è certo cosa da poco, in particolar modo se consideri, come dicevamo prima, che uno stesso contatto può visitare il tuo blog, il tuo sito o interagire con i tuoi canali social, dopo essersi letto una tua newsletter.

Ti va in fumo il cervello? Ecco: è per questo che nascono i marketing software integrati. Evitare la fuga di dati, analizzare nella totalità le tue campagne di marketing e aiutarti, profilando i contatti, a fornirgli solo quello di cui hanno bisogno. In altre parole: andando dritto al punto.

È proprio questo infatti il punto di forza di HubSpot, un software che riunisce in un unico posto tutti gli strumenti in grado di migliorare l’esperienza d’acquisto di clienti, potenziali e attuali.

Marketing, sales e customer service si trovano così riuniti in un solo strumento permettendoti di tracciare il comportamento perfino del singolo cliente e liberandoti perfino dei principali processi ripetitivi, che il programma ti consente di automatizzare. Quindi un carico di lavoro inferiore, molto inferiore, e maggiore efficacia.

Non temere, sappiamo che ti starai chiedendo come usare nella tua vita aziendale un marketing software integrato. Perciò abbiamo pensato a un paragrafo tecnico e pratico.

Quali sono le diverse categorie di integrazioni possibili con Hubspot?

La particolarità di HubSpot sta proprio nella molteplicità delle sue integrazioni, che si vanno a sommare già quelle native, con cui il software, per così dire, nasce.

HubSpot, infatti, grazie a una rete di sviluppatori partner permette praticamente ad applicativi di ogni tipo di interfacciarsi con lui, divenendo un collettore di dati che provengono da ogni dipartimento aziendale. E sai perché? Semplice: se non esiste una data API, puoi sempre fartela creare. Sissignore, su misura!

Facciamo qualche esempio pratico. Poniamo per esempio che il tuo ufficio amministrativo venga a sapere che il tuo cliente ha cambiato indirizzo e-mail. Cosa dovresti fare per aggiornare gli indirizzari? Modificare il contatto almeno due volte. E se invece facessi in modo che il gestionale contabile dialogasse con il tuo CRM, continuando quindi a permetterti di tracciare le visite di quel cliente sul tuo sito e al tuo commerciale di continuare a seguire il cliente, senza incontrare errori di mancato recapito delle email? Ecco, grazie alle integrazioni di HubSpot questo è possibile.

E non finisce qui. Le API di HubSpot sono pensate per interfacciarsi con qualsiasi tipo di software, non solo quelli dei dipartimenti più collegati alle vendite o al marketing, ma perfino con la tua catena distributiva, dandoti modo di tracciare, ipoteticamente, perfino l’avvenuta consegna di un ordine e di vedere questa informazione nel CRM.

In quest’ultimo caso, per esempio, non solo potresti far partire una serie di comunicazioni mirate per chiedere una recensione o un feedback, bensì potresti addirittura clusterizzare eventuali resi o reclami, e quindi mettere in fuga incidenti futuri, mediante un’analisi dell’intero customer journey del cliente infelice o dei vari clienti infelici.

Insomma, HubSpot ha una potenzialità unica: quella di poter diventare un tutt’uno con gli altri software. Potrai finalmente riunire più dipartimenti e migliorare così l’intera gestione aziendale.

Perché scegliere Hubspot?

Dubitiamo che tu lo sia, ma potresti essere ancora in dubbio su qualcosa. Internet infatti ti starà mostrando una miriade di software integrati, ma siamo sicuri sicuri che tutto il resto sia in grado di offrirti ciò che HubSpot ha?

Vediamo insieme le principali 5 caratteristiche che metteranno nella lista dei NO tutte le altre soluzioni:

  1. Qualunque sia il tuo bisogno, sì… può… fare!

    Yes, hai capito bene. Le API di HubSpot sono praticamente una porta aperta con tutto il mondo. Sia che tu abbia esigenze limitate che bisogni importanti, HubSpot ha una rete di sviluppatori in grado di mettersi al servizio del tuo business e offrirti la progettazione di un’integrazione, cucita su misura. Proprio come dal sarto!
  2. Tante integrazioni, stessa velocità

    Se hai già provato altri programmi, avrai notato che a un certo punto, a furia di installare add-on, il programma rallenta o, peggio ancora, va in crash. Ecco con HubSpot questo non succede. La tecnologia sulla quale si basa il software infatti gli permette di mantenere prestazioni elevate anche ad un alto numero di installazioni aggiuntive;
  3. Automatizzazione dei processi

    Nel tempo HubSpot si è ricavato una vera e propria nicchia, grazie a una solidissima unique-selling-proposition. Quale? L’automazione! Oggigiorno HubSpot è in grado di automatizzare il marketing tanto quanto riesce a rendere automatici alcuni processi produttivi. È come avere un braccio in ogni dipartimento e un cervello che sta ovunque!
  4. Sincronizzazione continua

    Nelle aziende, piccole o grandi che siano, spesso un grosso gap è la mancanza di comunicazione tra i vari dipartimenti. Questa interruzione nel flusso di comunicazione però rischia di mettere a rischio perfino la stabilità d’impresa, è indubbio. HubSpot, proprio come spiegato poco fa, è il connettore che permette un costante scambio di informazione, tra i diversi software e quindi tra i diversi dipartimenti.
  5. Dati precisissimi

    In un mondo in cui i numeri, le cifre, i comportamenti degli utenti hanno una rilevanza unica, permettere al tuo business di controllare un dato di ogni software e averlo disponibile su uno strumento a uso tanto del marketing quanto del servizio clienti, delle vendite eccetera è sicuramente un fattore di alta competitività. Tutti sanno tutto. Senza alcuno sforzo però!

HubSpot è molte cose, ma soprattutto un programma ideato e ottimizzato per favorire la crescita delle imprese che lo adottano. Scopri tutti i contesti d’uso della suite sfogliando il nostro ebook.

New call-to-action

Lascia un commento