<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1267344923293614&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Magnet Blog

I vantaggi dell'e-commerce outsourcing: dalla logistica magazzino al marketing

Lorenza Panelli,

Magnet_eCommerce_Outsourcing-min

Decidere cosa non fare è importante quanto decidere cosa fare.

– Jessica Jackley, Businesswoman / TED Speaker

L’e-commerce outsourcing come scelta strategica per raggiungere migliori risultati, anche in tempi brevi: è davvero così? Come molti sanno, una delle principali doti di chi ha avuto successo in campo imprenditoriale è legata alla capacità di scegliere con cura non solo le attività che devono essere svolte, ma anche quelle che, per diverse ragioni, devono essere delegate a qualcun’altro. I motivi per effettuare una scelta di questo tipo possono essere molti e sicuramente ci sono dei prerequisiti da rispettare affinché ciò sia realizzabile, ma in generale si opta per la delega riconoscendo che alcune attività possono essere fatte svolgere ad altri in grado di portare risultati migliori: vediamo come ciò si applica al mondo dell’e-commerce!

L'e-commerce outsourcing fa per te? Scoprilo subito!

Innanzitutto un chiarimento: scegliere l’e-commerce outsourcing non significa necessariamente delegare tutte le attività a soggetti esterni, poiché esistono diverse soluzioni intermedie tra insourcing e outsourcing che prevedono la delega solo di determinati tipi di attività. Si tratta di una delle soluzioni certamente più diffuse e la scelta migliore per i business in crescita.

L’alternativa, ovvero la gestione interna dello store online, ha anch’essa tutta una serie di vantaggi, ma affidarsi ad un team di esperti risulta essere un’opzione almeno altrettanto valida, se non altro per i vantaggi che tale scelta può portare in termini di costi, marketing, logistica e non solo: ecco i principali vantaggi!

1. L’e-commerce outsourcing riduce le spese: paga solo ciò di cui hai bisogno

 Il primo dei vantaggi legati all’outsourcing della gestione e-commerce (ma, a dire il vero, ciò si applica all’outsourcing in generale) è sicuramente legato ai costi. I numerosi costi che un e-commerce ha, infatti, possono essere ridotti esternalizzando tutte o parte delle attività legate alla gestione dello store online. Il motivo è abbastanza facile da intuire: non si devono pagare risorse interne, non ci si deve più dedicare a determinate attività operative che spesso richiedevano molto tempo ed i prezzi finali sono, data l’alta concorrenza tra chi si occupa di e-commerce outsourcing, peraltro a vantaggio dell’azienda cliente. Insomma, spesso con il pagamento di una fee annuale si compattano ed eliminano molti costi operativi, spesso anche imprevedibili per le aziende e si evitano spese inutili o superflue: avendo ampia libertà di scelta nel determinare cosa comprende l’e-commerce outsourcing scelto, si paga esclusivamente per ciò che si riceve e di cui si ha bisogno e niente di più.

2. Migliorare la gestione logistica con l’outsourcing

Una delle sfide più impegnative per chi gestisce un e-commerce medio-grande è la gestione logistica. Gestire la logistica internamente ha moltissimi costi e soprattutto è molto rischiosa: non necessariamente le risorse saranno sin da subito ben allocate e, considerata la volatilità che l’attività di spedizione degli ordini ha (ritardi, mancate consegne ecc.), si tratta di un’area che richiede cospicui investimenti di tempo e denaro. Non solo, molti tendono anche a sottovalutare l’importanza della logistica ed anche per questo motivo molte aziende non ritengono così necessario puntare sull’outsourcing logistico. In realtà la logistica è parte integrante del prodotto venduto, poiché è sufficiente un ritardo o una pessima gestione degli ordini per allontanare tantissimi clienti dal proprio e-commerce e ciò indipendentemente dalla qualità del prodotto che si vende! Team esterni esperti, invece, che si dedicano esclusivamente a questa attività, possono spesso portare un livello di servizio il più possibile costante e qualitativamente rilevante.

3. L’e-commerce outsourcing come strategia di marketing

In una visione molto amplia ed olistica dell’e-commerce outsourcing, questo può essere considerato una vera e propria strategia di marketing. In che senso? Nel senso che, come nel caso della logistica, a meno di investire in un processo lungo e costoso di selezione delle migliori risorse disponibili sul mercato del lavoro, difficilmente si possono ottenere migliori risultati in termini di promozione del prodotto e dell’e-commerce online, di quanto possono fare risorse esclusivamente specializzate in questo. Strategie di marketing affidabili ed all’avanguardia, pertanto, sono ciò che dovrebbe spingere gli imprenditori ad optare per un’esternalizzazione delle attività di marketing, spesso la principale componente dei contratti di e-commerce outsourcing.

4. Denaro sì, ma anche tempo: l’e-commerce outsourcing per migliorare la gestione strategica

Come può l’outsourcing delle attività di gestione di uno store online impattare sulla qualità della gestione a monte, quella di tipo strategico? La risposta è molto semplice e risiede nel fattore tempo. Come anticipato, delegare significa anche risparmiare tempo, sollevandosi dall’obbligo di portare a termine attività spesso molto impegnative. Avere più tempo a disposizione eliminando alcune attività operative significa avere più tempo per dedicarsi alla definizione strategica dell’e-commerce, allo sviluppo del prodotto, alla gestione del budget e del ROI: tutte attività di cui sarà l’intero business a beneficiare, se portate a termine meglio.

5. L’e-commerce outsourcing per rimanere al passo con i tempi

Poiché l’e-commerce è un’attività imprenditoriale che si muove nel mondo digitale, come tutto ciò che riguarda il mondo digitale, esso si caratterizza per un’unica costante: il cambiamento rapido e continuo. Lavorare online significa dover rimanere aggiornati il più possibile e mantenere un ritmo continuo spesso difficile da seguire di sperimentazione, formazione ed aggiornamento. Allo stesso tempo, chi ha avuto anche un minimo di esperienza in azienda sa che le implementazioni tecnologiche seguono spesso percorsi piuttosto lunghi e complessi quando devono essere gestiti internamente. Ecco allora che un ultimo vantaggio legato all’e-commerce outsourcing risiede proprio nella possibilità di assicurare al proprio store online una maggiore frequenza di aggiornamento in merito alle tecnologie e le strategie che caratterizzano il mondo digitale. Un’agenzia esterna, infatti, sarà per necessità sempre aggiornata, perché la concorrenza è tanta e perché l’aggiornamento costante fa parte del piano strategico di ciascuna agenzia di e-commerce outsourcing o, almeno, così è per i partner più affidabili.

 

Visti tutti questi vantaggi, è facile capire come l’outsourcing rappresenti una scelta sempre più diffusa tra le aziende. I vantaggi dell’outsourcing, tuttavia, non finiscono qui! Approfondisci l’argomento scaricando il nostro eBook gratuito “La delega utile: l'e-commerce outsourcing” cliccando sul pulsante qui sotto!

La delega utile: l'outsourcing nell'e-commerce

Articoli consigliati per te 📖


Commenti

HubSpot Free Trial

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo blog