<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=147485065963339&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Magnet Blog

Video Marketing: quando l'Arte e la Scienza del SEO si incontrano.

Hossein Moghaddam,

video marketing and SEO science.png

Come indicato da YouTube, il sito ha più di un miliardo di utenti - quasi un terzo di tutte le persone che navigano su Internet - e ogni giorno le persone guardano centinaia di milioni di ore di video su YouTube e generano miliardi di visualizzazioni. C'è stato, inoltre, un enorme incremento nel condividere i contenuti video e nell'utilizzarli anche su Facebook. Basandosi sulle statistiche offerte da Social Media Today, il numero medio di video postati su Facebook per persona è incrementato del 75% nell'anno 2015, miglioramento del quale il 94% registrato solo negli Stati Uniti. 

 

Scarica lo Starter Pack per l'Inbound Marketing e imposta la tua strategia SEO!

 

Secondo quanto previsto da Cisco nel 2014, il traffico video raggiungerà addirittura il 69% di tutto il traffico internet globale entro la fine di quest'anno. Essendo lo strumento comunicativo per eccellenza, l’utilizzo del video dovrebbe essere un punto centrale del Marketing e della comunicazione. Non bisogna dimenticare che YouTube è di Google e che l’algoritmo del motore di ricerca privilegia sempre più i contenuti video. La presenza su YouTube è dunque fondamentale per ottenere la visibilità online tanto sperata.

Considerando che Facebook e YouTube sono tra i secondi e i terzi siti più visitati al mondo, non credo che debba dilungarmi ulteriormente sull'importanza di questi canali per i marketers: tutti dovrebbero preoccuparsi di video marketing!

Arriviamo al punto! I motori di ricerca, come Google, YouTube o Facebook stanno ancora imparando a classificare i video a seconda del contenuto visivo, utilizzando algoritmi di processing delle immagini digitali e intelligenza artificiale, ma si affidano comunque ancora al contenuto scritto per classificarsi primi nelle liste di ricerca dei video. Nel caso specifico di YouTube, ci sono 3 impostazioni e configurazioni prima di pubblicare che potrebbero agevolare una migliore classificazione. 

La prima cosa che YouTube prende in considerazione per indicizzare, è la keyword nel titolo e la descrizione all'interno del video. Ci troviamo così al corso base di Blogging. Non si tratta di un'impresa ultraterrena, basta seguire questi semplici passi e ci sei:  

  • Scrivi un titolo accattivante e includi la keyword principale al suo interno. Sotto trovi un esempio di Marques Brownlee, che ha creato un suo canale da cui potersi aggiornare sui nuovi gadget che lui chiama: "Dope Tech". Al di là della fantastica immagine di anteprima, il titolo è sufficientemente accattivante. La keyword "noise cancelling headphone" ("il rumore che copre le cuffie") è menzionato nel titolo come anche la descrizione sottostante.

 

YouTube video title example | Video Marketing

 

  • Scrivi una descrizione dettagliata del video includendo il titolo e la keyword, e ripeti la keyword anche nel resto della descrizione. È vero che YouTube legge la tua descrizione parola per parola per farla salire in classifica, ma ricorda: il tuo pubblico è umano!
    Quindi scrivi qualcosa che fornisca loro più informazioni a riguardo del tuo video. Quì trovi un esempio di un video training per la Search Engine Optimization creato da Hubspot Academy. La corretta ripetizione della keyword "SEO strategy" è evidente nella descrizione ed è scritta per essere letta e digerita dagli umani! Come ha affermato Dasmesh Shas, il fondatore di HubSpot, durante il Meeting di Inbound Marketing del 2016, adesso è arrivato il momento di considerare la HEO (Human Enjoyment Optimization) assieme alla Search Engine Optimization.
hubspoot academy video description | Video Marketing | SEO

 

  • Aggiungi i sottotitoli! YouTube converte automaticamente i discorsi dei video in testo. Ma dato che non è umano (non ancora, almeno!) potrebbe finire per scrivere cose incomprensibili. Assicurati dunque di aggiungere i sottotitoli ai tuoi video (anche in lingue diverse, se il tuo pubblico le parla). È anche fortemente consigliato aggiungere il video script proprio sotto la descrizione. Questo è l'area di impostazioni per i sottotitoli in YouTube:
video subtitle example | Video Marketing | SEO

 

Pensiamoci: Cosa accade se il tuo pubblico trova il tuo video su YouTube? Qual è lo scopo per i marketers?

Hai bisogno di video per guidare i visitatori al tuo sito, inserendoli così all'interno del tuo processo di Marketing. Aggiungendo annotazioni cliccabili e link all'interno della descrizione, condurrai i visitatori al tuo sito e così potrai convertirli in lead. A questo punto devi avere una strategia SEO consistente che punta al percorso di conversione adatto. Se il SEO per te è una cosa nuova, ti suggerisco di leggere il nostro articolo Le basi per il SEO in 15 minuti.

Se stai cercando di implementare in maniera più concreta il SEO, puoi scaricare gratuitamente il nostro modello utile ad impostare una strategia SEO. Lo trovi all'interno del nostro pacchetto di contenuti "Inbound Marketing Team Starter Pack" al quale potrai accedere gratuitamente cliccando sul pulsante sottostante:

Inbound Pack

Articoli consigliati per te 📖


Commenti

HubSpot Free Trial

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo blog