News

Gli interventi di Extra Red al Red Hat Open Source Day 2017

Rob Carrillo,
romaredhat.jpg

Extra Red, il system integrator del gruppo Extra, ha partecipato il 7 e 9 Novembre al Red Hat Open Source Day 2017, che si è tenuto rispettivamente a Milano e Roma. 

Il team di Extra Red, Gold Partner dell'Open Source Day e Advanced Business Partner di Red Hat, ha accolto partner, clienti e visitatori interessati durante tutta la durata dell'evento presso il proprio stand.

 

Scopri subito il nostro ebook sui casi di successo con Red Hat!


 

 

Gli specialisti di Extra Red hanno, inoltre, tenuto un intervento durante le sessioni parallele, sia a Milano che a Roma.

Visto il focus di Extra Red sul prodotto OpenShift di Red Hat, entrambe le sessioni si sono tenute all'interno dell'area tematica "Modern App Development and DevOps".

A Milano Davide Costanza, software architect e project manager di Extra Red, ha tenuto l'intervento dal titolo "Miglioramento del processo di sviluppo mediante DevOps e OpenShift".

 

A Roma, invece, l'intervento (dal titolo "Monitoraggio delle applicazioni su OpenShift con Prometheus") è stato tenuto da Luigi De Masi, Middleware e Integration Specialist di Extra Red.

 

 

 

In generale, durante il Red Hat Open Source Day, anche quest'anno, sono stati evidenziati i vantaggi strategici ed economici delle soluzioni Open Source, con una particolare attenzione su quali saranno i futuri sviluppi del settore.

Durante la conferenza, sono sate inoltre affrontate anche tematiche relative a internet of things, cloud, big data e integrazione applicativa.  

Novità da parte di Red Hat anche su OpenStack!

Poco prima dell'evento, Red Hat aveva annunciato il rilascio di OpenStack Platform 12 che, in particolare, verrà d'ora in avanti fornito con l'aggiunta di servizi containerizzati, vista la necessità di migliore la compatibilità con i software container. 

Ciò è particolarmente importante perché i container sono utilizzati per rendere affidabile il software quando viene spostato da un ambiente all'altro, così da non doversi preoccupare di eventuali differenze di infrastruttura.
Con la nuova versione, è ora possibile eseguire i servizi OpenStack su container Linux, consentendo una maggiore flessibilità per gli aggiornamenti delle applicazioni, la gestione dei servizi e il rollback. OpenStack 12, che sarà reso disponibile nelle prossime settimane, consentirà inoltre di scalare i servizi OpenStack più rapidamente e di gestire i picchi della domanda più facilmente.

 

Il Gruppo Extra collabora con Red Hat ormai da diversi anni, ma il Red Hat Open Source Dy di quest'anno ha avuto un valore particolare, perché ha visto la prima partecipazione di Extra come Extra Red, azienda nata quest'anno dalla business unit del gruppo Extra specializzata su middleware, cloud e DevOpsLeggi la testimonianza del team, e scopri cosa gira intorno al più importante evento Open Source del nostro paese: Perché non vediamo l'ora di partecipare al Red Hat Open Source Day 2018.

 

Vuoi scoprirne di più sul mondo Red Hat? Scarica gratuitamente il nostro ebook "Digital Transformation: casi di successo con Red Hat": troverai al suo interno tante interessanti informazioni sui prodotti ed alcuni case study del mondo Red Hat!

New Call-to-action

Share this post

   

Comments

Share this blog

   

Post più recente

Argomenti principali