<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1267344923293614&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Red Blog

10 false credenze sul super ammortamento nell'industria 4.0

Daniele Cardesi,

False credenze super ammortamento Industria 4.0"Super ammortamento" è un termine che va ad indicare le agevolazioni previste dal Piano Impresa 4.0, ovvero un piano di incentivi che supportano le imprese che investono nell’acquisto di nuovi beni strumentali, sia materiali che immateriali, con l’obiettivo di digitalizzare i processi produttivi.
In pratica, hai l’opportunità di accedere alla trasformazione digitale della tua azienda e alle innovazioni tecnologiche della quarta rivoluzione industriale potendo contare su agevolazioni che incrementeranno i tuoi investimenti in innovazione e ti permetteranno di essere sempre competitivo sul mercato.

 

Scopri i 5 passi da seguire per sviluppare un progetto di Industria 4.0

 

Questo è sicuramente un buon momento per investire nella Digital Transformation e nell'Industria 4.0. Al di là dei vantaggi che tale cambiamento può portare per lo sviluppo di un processo produttivo efficacie ed efficiente, gli investimenti in questo senso sono fortemente favoriti da tutta una serie di finanziamenti da parte dello Stato che negli ultimi anni ha dedicato sempre più risorse per favorire la digitalizzazione delle imprese del territorio nazionale. Proprio in virtù della novità rappresentata da questi interventi, spesso se ne sente parlare in modo non ancora del tutto corretto: vediamo di fare chiarezza!

I dettagli del super ammortamento per l’Industria 4.0

Il super ammortamento è uno strumento di deducibilità fiscale che permette di maggiorare i costi dell’ammortamento e ridurre le tasse da pagare per alcuni beni e servizi necessari alla trasformazione digitale dei processi produttivi. In concreto, il super ammortamento prevede di applicare una maggiorazione del 30% al costo d’acquisto di un bene strumentale e ha ad oggetto beni materiali, nuovi e ad uso durevole che sono utilizzati nel processo produttivo dell’azienda.

Hanno accesso al super ammortamento i titolari di reddito d’impresa e chi esercita arti e professioni, ma non spetta, invece, a chi rientra nel regime forfetario o alle imprese marittime. L’agevolazione è stata introdotta con la Legge di Stabilità del 2016, prorogata prima dalla Legge di Bilancio 2017 e successivamente resa applicabile anche per gli investimenti fatti fino al 31 dicembre 2018 o entro il 30 giugno 2019. In quest’ultimo caso l’ordine deve essere accettato dal venditore e entro il 31 dicembre 2018 doveva avvenire il 20% del costo di acquisizione.
Le novità introdotte nel 2018 sul tema riguardano:

  • La diminuzione dal 140% al 130% della supervalutazione degli investimenti in beni strumentali nuovi sia acquistati sia in leasing;
  • La mancata riconferma del super ammortamento auto al 120%.

Infine, per aderire a questa agevolazione, devi sapere che le misure non sono cumulabili tra loro e nemmeno con altre innovazioni tecnologiche previste dal Piano Impresa 4.0.

Le novità sul super ammortamento per il 2019

Anche la legge 2019 ha prorogato il super ammortamento, riservandolo però solamente ai beni immateriali, ovvero software e sistemi IT. In particolare per il 2019 sono inclusi nell’agevolazione tutti i beni immateriali previsti dalla legge di Bilancio 2017, ovvero:

  • Sistemi di gestione della supply chain per il drop shipping dell’e-commerce;
  • Software e servizi digitali per la fruizione immersiva, le ricostruzioni 3D e la realtà aumentata;
  • Software, piattaforme e applicazioni per la gestione e il coordinamento della logistica come la comunicazione intra-fabbrica, fabbrica-campi con integrazione di dispositivi onfield e mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti.

La novità di quest’anno è che sono ammessi al super ammortamento anche i canoni per le soluzioni cloud. Aderendo agli incentivi previsti dal Piano Industria 4.0 anche la tua azienda potrà ammortizzare fino al 140% il costo del bene, a patto che si tratti di beni inclusi in Industria 4.0.
Come fare per ottenere il super ammortamento? È davvero semplice, basta fare un’autocertificazione dei beni e, se il valore supera i 500 mila euro, anche una perizia giurata. Importante ricordare, però, che l’incentivo vale per ordini accettati entro il 31 dicembre 2019 e con consegna fino al 31 dicembre 2020, se si è versato l’acconto pari al 20%.

10 false credenze sul super ammortamento

Probabilmente di super ammortamento hai già sentito molto parlare e se stai pensando di realizzare la trasformazione digitale della tua azienda secondo quanto previsto dal Piano Industria 4.0, devi sapere che non tutto ciò che hai sentito dire a riguardo potrebbe esser vero. Vediamo quali sono le principali false credenze e perché non devi considerarle nello studio della strategia di sviluppo tecnologico della tua impresa.

1. Il super ammortamento serve solo alle grandi industrie

Nulla di più sbagliato. Come ha chiarito il MISE (Ministero dello Sviluppo Economico), il super ammortamento è destinato a tutti i titolari di reddito d’impresa, tra cui anche le imprese individuali assoggettate all’IRI e con sede fiscale in Italia. Infine possono richiedere l’agevolazione anche le organizzazioni di imprese residenti all’estero, indipendentemente dalla dimensione, dal settore economico e dalla forma giuridica.

2. Tutti possono accedere al super ammortamento

Non è esatto. In particolare non possono usufruire del super ammortamento:

  • Le persone fisiche che esercitano attività d’impresa nel regime forfetario e che determinano il reddito applicando un coefficiente di redditività al volume dei ricavi;
  • Le imprese marittime appartenenti al regime tonnage tax.

3. È un investimento inutile

Se accedi al super ammortamento la tua azienda potrà ottenere una supervalutazione del 140% degli investimenti in beni immateriali, quali software e infrastrutture IT. Inoltre i vantaggi che otterrai dal super ammortamento sono cumulabili con quelli della Nuova Sabatini, del Credito d’Imposta per attività di Ricerca e Sviluppo, della Patent Box, degli incentivi ACE per la patrimonializzazione delle imprese, degli investimenti in startup e PMI innovative e del Fondo Centrale di Garanzia.

4. Ottenere il super ammortamento è complesso

Come abbiamo visto sopra, per accedere al super ammortamento è necessario presentare solo un’autocertificazione dei beni e, solo nel caso in cui il valore dell’investimento superi i 500mila euro, una perizia giurata da parte di un perito o ingegnere iscritti agli albi professionali. Si accede, poi, automaticamente al super ammortamento in fase di redazione di bilancio.

5. Non si applica a interventi su beni di terzi

Nel caso la tua azienda debba intervenire su beni di terzi per partecipare al Piano Industria 4.0, magari a fronte di un contratto di locazione o comodato, devi distinguere sulla base della qualificazione contabile degli stessi tra:

  • Beni con una loro individualità e funzionalità autonoma, che al termine del periodo di comodato o locazione possono essere rimossi dall’utilizzatore e quindi si tratta di immobilizzazioni materiali, che godono di super ammortamento;
  • Semplici costi sostenuti su beni di terzi ovvero spese qualificabili come “altre immobilizzazioni materiali” e che sono quindi esclusi dall’agevolazione fiscale.

6. Non è applicabile a beni di ridotto valore

Falso. Il super ammortamento si applica anche ai beni di costo inferiore a 516,46 euro, che sono quindi deducibili nel periodo d’imposta d’acquisto. In particolare è specificato che:

  • Il super ammortamento si applica anche a tali beni;
  • L’agevolazione si applica ai fini delle quote di ammortamento senza influire sul valore del bene, anche quando il valore maggiorato supera il limite dei 516,46 euro.

7. Il super ammortamento riguarda solo l’hardware

Non è vero. Con la Legge di Bilancio 2019 il super ammortamento è stato esteso anche ai beni immateriali, quindi la tua azienda potrà investire in software, sistemi e piattaforme IT ma anche applicazioni necessarie a passare a Industria 4.0 godendo di tutti i vantaggi di questa agevolazione. Non è tutto: la Manovra, tramite una norma a carattere interpretativo, ha chiarito che la maggiorazione del 40% si applica anche alle soluzioni di cloud computing.

8. Super ammortamento e iper ammortamento sono la stessa cosa

Iper ammortamento al 250% e super ammortamento al 130% funzionano allo stesso modo, solo che la differenza sta nel fatto che il super ammortamento permette di ammortizzare le spese in innovazione per il 30% in più rispetto al valore del bene acquistato. Nel caso dell’iper-ammortamento, invece, il bonus è pari al 250% se la tua azienda opera in settori altamente innovativi, che rientrano nel Piano Industria 4.0.

9. Il super ammortamento si applica a tutti i tipi di beni

Non è esatto. Perché un bene possa ottenere il super ammortamento del 150% deve essere “interconnesso”, ovvero:

  • poter scambiare informazioni con sistemi interni o esterni all’azienda (dal gestionale aziendale ai sistemi di progettazione e sviluppo del prodotto, dai clienti ai siti di produzione alla supply chain) tramite un collegamento TCP-IP, HTTP, MQTT o altri;
  • essere identificato in modo univoco per conoscere l’origine delle informazioni tramite, ad esempio, l’indirizzo IP.

10. Il super ammortamento non è cumulabile con la nuova Sabatini

Falso! Sia l’iper ammortamento sia il super ammortamento sono cumulabili con la nuova Sabatini e in questo caso potrai versare un acconto al fornitore a patto di farlo dopo la presentazione per la domanda nuova Sabatini e che anche l’importo anticipato sia presente su una fattura unica, che conterrà l’intero importo del bene e la tracciabilità della spesa relativa.


In questo articolo ho cercato di rispondere a tutti i tuoi dubbi e alle possibili domande sul super ammortamento nell’ambito del Piano Industria 4.0, in modo da aiutarti a capire i reali vantaggi che la tua azienda può ottenere con la trasformazione digitale. Se, a questo punto, hai deciso di cominciare l’evoluzione tecnologica della tua azienda e sviluppare un progetto di Industria 4.0, ti invito a scaricare il nostro eBook gratuito dedicato “5 passi per sviluppare un progetto di Industria 4.0”. Ti basta un clic qui sotto!

New call-to-action

Share this post

  

Commenti

Prova Red Cloud Gratis per 30 Giorni

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo blog

   

Post correlati