<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1267344923293614&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Blog

Azure Synapse Analytics e Microsoft Power BI: un'accoppiata vincente per decisioni data-driven

Giulio Vannini

Giulio Vannini, 18 dicembre 2019 | Big Data Tools Big Data

Orientarsi e prendere decisioni di business senza informazioni precise è difficile. Avere strumenti sicuri e affidabili che permettano di capire il da farsi (e, soprattutto, quello che non va fatto) è una necessità di ogni impresa. Troppo spesso, ancora, l’unico strumento che si utilizza in azienda a tale scopo sono i fogli Excel, o i suoi surrogati.

Contattaci per una consulenza su Big Data e Business Analytics

Se invece ti dicessi che esistono due strumenti, semplici e potenti, per automatizzare l’estrazione dei vostri dati e presentarli in modo chiaro senza ritrovarli in mille file diversi e senza affidarsi ad analisi manuali? Scopriamo insieme Azure Synapse Analytics e Microsoft Power BI!

Azure Synapse Analytics, la soluzione integrata per i tuoi dati

Normalmente, per costruire un sistema di analisi di base, è necessario avere uno o più software di ETL (Extract, Transform, Load), un Data Warehouse e un programma per presentare i dati. Monitorare e assicurare il funzionamento di questi componenti, specie se risiedono on premise, può essere difficile. Ecco che entra in gioco Azure Synapse.

Azure Synapse Analytics è l’evoluzione di Azure SQL Data warehouse. Questa soluzione comprende funzionalità di ETL, Data Lake, Analisi In-Memory per Big Data e Intelligenza Artificiale, Data Warehousing (con ottimizzazione automatica delle query), monitoraggio e presentazione dei dati con Power BI. Tutto integrato all’interno di un'unica soluzione che risiede all’interno del cloud di Microsoft.

Proprio grazie alla potenza di Azure, questa soluzione può eseguire operazioni su database relazionali e non relazionali, anche di vari petabyte, senza alcuna fatica. Inoltre eseguire manutenzioni, anche evolutive, è veloce ed è possibile il versioning tramite Git.

Lo strumento per trasformare i dati in informazioni preziose: come funziona Power BI?

Power BI, è una delle scelte più intelligenti che si possano fare tra i software di Business Intelligence, a prescindere dalla sua integrazione con Azure Synapse. Intanto è bene evidenziare che Power BI è disponibile gratuitamente: chiunque, può beneficiare di questo software, basta avere un account Microsoft e scaricare l’applicazione desktop. Tutte le funzionalità sono disponibili, ad eccezione delle funzionalità di collaborazione e condivisione fra utenti ed è bene sottolineare che con l’edizione gratuita si è limitati a dataset di massimo 1 gb ciascuno (circa 2 gb reali, considerando che vengono compressi). Tuttavia, è possibile condividere i file generati dall'applicazione desktop e ogni utente potrà utilizzarli nella sua personale istanza cloud di Power BI.

Se intendi usare Power BI senza affiancarlo a Synapse, una funzionalità estremamente utile è quella dei flussi di dati: uno strumento che si occupa del caricamento dei dati, della loro pulizia e li rende disponibili per la creazione di report e dashboard. Estendere, ripulire i dati e creare cubi di analisi è possibile con l’ausilio di DAX: un linguaggio proprietario che consente di eseguire qualsiasi operazione, anche la più complessa, a patto di superare la curva di apprendimento che, sebbene vi siano molte similitudini con Excel, è resa leggermente ripida dalla precisione richiesta nella composizione delle formule. In fase di importazione è bene prestare attenzione ai nomi delle colonne: nelle situazioni in cui ci sono tabelle che hanno molte relazioni, Power BI ha difficoltà a ricostruire le relazioni fra tabelle se le intestazioni non sono state nominate in modo da generare corrispondenze chiare e univoche.

In questo modo non c’è bisogno di creare un ETL che avrebbe bisogno di essere installato e manutenuto su una macchina virtuale a sé stante.Una volta caricati i dati si ha anche l’esigenza di fare in modo che gli analisti utilizzino tutti le stesse fonti: la funzionalità che consente di creare dataset “certificati” viene in vostro aiuto. Una volta che il vostro flusso di importazione crea il flusso di dati, marcandolo come “certificato” lo si rende disponibile in tutte le aree di lavoro, evitando di doverlo creare nuovamente a ogni occorrenza.

Adesso che i dati sono certificati e pronti, non resta che creare il nostro report o la nostro dashboard. Anche qui, Power BI, fornisce componenti per creare tutti i principali tipi di grafici e, se avete esigenze particolari, è possibile creare grafico personalizzato usando JavaScript o importarne uno dal marketplace. Da sottolineare la possibilità di usare Python o R all’interno della tua dashboard o report: in questo modo le possibilità per visualizzare i dati o creare azioni personalizzate diventano illimitate. Come se ciò non bastasse è anche possibile inserire una o più PowerApp, applicazioni personalizzate in piena regola che consentono di svolgere qualsiasi funzione senza perdere di vista le informazioni presenti.

Gli ultimi aggiornamenti di Power BI

A Novembre 2019 sono state rilasciate due nuove funzionalità degne di nota: la possibilità di estrarre informazioni e link dai siti web (scraping) con un’interfaccia intuitiva e l’integrazione con i servizi di Machine Learning di Azure. Quest’ultima permette di utilizzare i modelli che risiedono su Azure per creare colonne aggiuntive al vostro modello, ottenendo informazioni quali il sentiment di una frase, la lingua e molto altro.

Avete esigenza di portare le vostre analisi sempre con voi? Selezionando “Layout Telefono” potete riarrangiare gli elementi del vostro report o dashboard per essere visualizzati meglio con l’app Power BI scaricabile dai principali app store.

Alla fine del processo, potete pubblicare la vostra creazione nella parte cloud di Power BI, dove non rischierete mai di perderla. In sala riunioni farete un’ottima impressione con il vostro report interattivo. E se i vostri dati risiedono nella mia azienda e non possono essere spostati in cloud? Nessun problema! Basta utilizzare il Data Gateway fornito da Azure e le vostre fonti saranno immediatamente visibili e utilizzabili.

Hai bisogno di un esperto di Big Data e Business Intelligence?

Azure Synapse Analytics e Microsoft Power BI sono due potenti strumenti che permettono di estrapolare dai Big Data delle aziende informazioni preziose, da utilizzare per prendere decisioni informate. Sebbene l’utilizzo di quest’ultimo possa sembrare facile e immediato se ci si limita a importare dati e creare report semplici, ci sono molte complessità nascoste e molti strumenti accessori che è necessario conoscere (Data Gateway e Report Server, tanto per citarne alcuni).

Se sei alla ricerca di un’azienda che possa supportarti nell'implementazione di una soluzione di Business Intelligence nella tua azienda, contattaci per una consulenza gratuita, cliccando sul pulsante qui sotto!

New call-to-action

Lascia un commento