<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1267344923293614&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Blog

Cosa aspettarsi quando si effettua la migrazione in Server Cloud

Laura Pisano

Laura Pisano, 5 giugno 2018 | Cloud Computing

Sull'onda della Digital Transformation, il Cloud Computing sta prendendo piede in un sempre maggior numero di organizzazioni. Come abbiamo già avuto modo di vedere, ciò è riconducibile ai molti vantaggi del cloud: dalla flessibilità al risparmio, dalla produttività alla sicurezza. Ma, per far sì che il passaggio a questo tipo di infrastruttura avvenga in tutta serenità, è importante considerare alcuni aspetti ai quali non sempre chi migra in server cloud arriva preparato!

Scopri subito come ottenere un'infrastruttura Cloud in 5 step!

1. Avere a disposizione nuove metodologie

Migrare in cloud significa utilizzare nuove tecnologie

La cosa più importante di cui avere coscienza è che con un server cloud si entra nella logica di un nuovo modo di lavorare. Be', diciamo che non è una cosa che non ti aspetti: se hai intenzione di passare al cloud avrai ben compreso le potenzialità che offre!

Considera quindi che i suoi strumenti flessibili e dinamici portano a cambiare punto di vista: ed è proprio con questa spinta al rinnovamento che agli utenti viene voglia di rivedere anche i vecchi approcci! La gestione dei microservizi, l'automazione per passaggi ripetitivi, la velocità di provisioning... probabilmente molte cose si sarebbero potute realizzare anche prima, su infrastrutture tradizionali, ma con server cloud è come respirare una nuova aria di fresca innovazione, che spinge a rivedere il proprio modo di lavorare sotto tutti i livelli.

In questo contesto si inserisce tutta una serie di vantaggi: retrocompatibilità, automazione, omogeneità degli ambienti, e molto altro.

2. Il cambio dell'infrastruttura

Server Cloud | Con il cloud cambia l'infrastruttura

Oltre all'approccio e alle metodologie, ovviamente cambia in maniera non indifferente anche il luogo in cui si opera. Se al momento è necessario disporre di server dalle enormi quantità di risorse per non rischiare di rimanere a corto di spazio o potenza di calcolo, con un server cloud è tutta un'altra storia: puoi scegliere di lavorare con risorse inizialmente ridotte, in grado però di scalare secondo necessità. Considerato che il cloud funziona pay-per-use, pagherai solo per le risorse effettivamente utilizzate!

In cloud, inoltre, vi sono due tipi di storage differenti:

  • storage effimero: è uno spazio che non paghi, è incluso nell'acquisto dell'istanza. Non lo paghi, MA i dati che riceve non vengono mantenuti, vengono persi al momento della cancellazione dell'istanza! Questo tipo di storage è molto utile per effettuare test rapidi che non presentano dati di particolare interesse.
  • storage persistente: questo è ciò di cui parlavo poco fa riguardo al pay-per-use; lo storage persistente è uno spazio che paghi a seconda della quantità effettivamente utilizzata. Permane a prescindere dall'esistenza dell'istanza.

3. Educare le persone al nuovo approccio

Server Cloud | Con il cloud è necessario che tutti siano allineati al nuovo approccio

Il nuovo approccio e la nuova infrastruttura consentono di raggiungere i vantaggi di cui parlavamo. Ma la cosa fondamentale è che tutti nella tua organizzazione siano allineati con questo nuovo paradigma: è importante infatti educare le persone al nuovo approccio, in maniera da poter sfruttare a pieno le potenzialità dei server cloud. Nessuno escluso!

L'investimento iniziale di trasformazione per sfruttare al meglio le nuove feature può sembrare troppo oneroso e la capacità del cloud di ospitare retro compatibilmente vecchi tipi di workload può scoraggiare ad innovare, ma la migrazione in server cloud è l'occasione perfetta per rivedere l'approccio e aumentare le competenze di tutti i reparti IT.

Ad esempio, gli sviluppatori potranno progettare le applicazioni tenendo conto della scalabilità automatica e orizzontale dell'infrastruttura, in contrasto con le architetture verticali più comuni nel recente passato.

Bene, ora che hai capito gli aspetti fondamentali che riguardano il passaggio a server cloud, non ti resta che rimboccarti le maniche e cominciare la migrazione! Come? In 5 passi ti spiego come ottenere un'infrastruttura cloud efficiente! Scarica l'eBook gratuito:

Infrastruttura cloud di prima classe

Lascia un commento