<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1214412942025937&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Red Blog

La Digital Transformation di Lenovo con Red Hat Openshift Container Platform

Stefano Marfella,

La Digital Transformation di Lenovo con Red Hat Openshift Container Platform

Nemmeno i colossi della tecnologia finiscono mai di migliorare e di trasformarsi. Lenovo, secondo marchio mondiale di PC nonché protagonista nel campo dei server, dei sistemi di supercalcolo, dei tablet e degli smartphone, si è imbarcata in un progetto di trasformazione digitale abbracciando "Internet Plus", la strategia di crescita nazionale, economica e tecnologica voluta dal governo di Pechino.

L'obiettivo è quello di rafforzare la posizione di mercato delle aziende cinesi nei campi del Web, del cloud computing, dell'Internet of Things, del commercio elettronico, del banking, delle reti industriali e altro ancora. Le applicazioni devono essere il cuore di una nuova ondata di servizi, dunque è importante svilupparle in modo rapido e agile, come solo il cloud e i container permettono di fare.

 

Vuoi vedere Red Hat OpenShift Container Platform all'opera? Scarica l'eBook!

 

Nuovi obiettivi, nuove necessità

Per raggiungere gli obiettivi di Internet Plus, lanciando nuovi servizi e potenziando quelli esistenti, Lenovo ha intrapreso un percorso di Digital Transformation che ha coinvolto l'intero ambiente informatico. Non senza difficoltà: alcuni sistemi legacy non riuscivano a stare al passo con i nuovi ritmi, con un volume di richieste decisamente maggiore e con una più intensa frequenza di aggiornamenti e modifiche.

"Lenovo ha oltre cento sistemi sviluppati internamente e molti ambienti di test. Gli application system con cicli di vita più brevi, che necessitano di risposte rapide, devono essere collocati nel cloud."

Fuzhong Ma, senior manager responsabile dei servizi di infrastruttura IT, Lenovo

Si è dunque cercato un modo per supportare la distribuzione agile delle applicazioni attraverso il DevOps, metodologia tramite la quale sviluppatori e sistemisti collaborano in modo più stretto e interdipendente.

La scelta della piattaforma più adatta: PaaS e container platform a marchio Red Hat

La società si è quindi messa alla ricerca di una soluzione Platform-as-a-Service (PaaS) che le permettesse di ottenere agilità e scalabilità. Un'opera che l'ha portata fino a Red Hat, fornitore già noto a Lenovo per precedenti collaborazioni e ora scelto alla luce di considerazioni tecniche e comparazioni accurate.

"In oltre sei mesi di ricerca e testing abbiamo verificato che Red Hat OpenShift Container Platform offre servizi efficienti, flessibili e scalabili per supportare sviluppo e delivery rapidi, riducendo allo stesso tempo i costi per le aziende."

Yang Yu, senior manager PaaS platform, Lenovo

Aspetto vincente è stata la possibilità di integrare la piattaforma di automazione di Lenovo all'interno della Red Hat OpenShift Container Platform, ottenendo così risorse PaaS unificate da cui gestire e automatizzare il deployment di applicazioni e la visualizzazione dei log.

Automazione e collaborazione tramite DevOps: come aumentare la produttività

Aumentare la produttività con Red Hat OpenShift Container Platform

Adottando Red Hat OpenShift Container Platform, Lenovo ha migliorato il supporto alle attività DevOps e ottenuto automazione, agilità e flessibilità. Questo si è tradotto in un'accelerazione dei rilasci delle applicazioni e, come risultato ultimo, in un incremento di produttività.

Adesso i processi di sviluppo applicativo e produzione sono totalmente automatizzati: agli sviluppatori basta caricare i programmi e le applicazioni negli ambienti di riferimento, seguendo alcune procedure, senza dover chiedere indicazioni ai sistemisti. Questi ultimi possono derivare insight significativi dai sistemi in tempi più rapidi e con maggiore accuratezza, a beneficio del team degli sviluppatori.

Si è instaurata così una dinamica di collaborazione continua, un meccanismo in cui la piattaforma fa da tramite a tutte le comunicazioni. Un ambiente Platform-as-a-Service coerente e unificato aiuta gli sviluppatori e i sistemisti a essere sincronizzati gli uni con gli altri, a comunicare e a supportarsi a vicenda.

Entrambi i team hanno accesso a strumenti per la gestione delle versioni dei codici, la revisione dei codici, il lancio delle applicazioni, le query dei log e le analisi dei dati. La produttività ha messo il turbo: in una giornata tipo, al mattino si discute di un nuovo progetto e nel pomeriggio si completa un'applicazione demo che poi verrà a sua volta discussa e allineata alle esigenze del business nel corso della medesima giornata. Prima, per realizzare un nuovo sistema infrastrutturale, al personale IT serviva almeno una settimana di tempo per definire i requisiti di server, apparati di rete, storage e sistemi operativi. Ora, grazie alla piattaforma Red Hat OpenShift Container Platform, bastano alcuni minuti.

Fino a ieri, inoltre, nei depolyment era necessario sincronizzare i sistemi di produzione e di testing e poi decrittare i dati. Adesso, invece, è possibile realizzare e replicare deployment di grandi dimensioni in tempi molto più rapidi.

Una marcia in più con Red Hat OpenShift Container Platform

Lenovo ha raggiunto grazie a Red Hat OpenShift Container Platform la completa automazione dei propri processi di sviluppo e produzione. L'agilità, la velocità e la flessibilità ottenute le hanno permesso guadagnare un vantaggio competitivo sulla concorrenza. Laddove prima servivano persone diverse, con differenti ruoli e competenze, per completare più di dieci procedure, adesso c'è un unico flusso di lavoro ottimizzato e automatizzato dalla piattaforma.

Così Lenovo è in grado di erogare servizi cloud efficienti e agili sia ai propri utenti interni sia alla propria clientela. Ma il percorso di trasformazione non si è concluso: l'azienda progetta di espandere l'impiego di OpenShift Container Platform a ulteriori ambiti e di adottare altre soluzioni Red Hat, fra cui Enterprise Linux e JBoss Enterprise Application Platform.

Se l'esempio di Lenovo ti ha ispirato e vuoi capire come capire meglio come Red Hat OpenShift Container Platform possa portare nel tuo lavoro i vantaggi di agilità e velocità dei container, non ti resta che leggere l'eBook gratuito con i risultati del test che ne misura velocità, efficienza e performance!

Extra Red | Red Hat OpenShift alla prova su strada

Share this post

   

Commenti

Prova Red Cloud Gratis per 30 Giorni

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo blog

    

Post correlati