<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1267344923293614&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Red Blog

6 modi per dimezzare il Time-To-Market nel deploy delle applicazioni

Davide Costanza,

6 modi per dimezzare il Time-To-Market nel deploy delle applicazioni

La capacità di avere successo in un mercato in cui la richiesta di automazione attraverso le applicazioni è sempre maggiore e la domanda di sviluppo di applicazioni cresce molto più rapidamente rispetto alla relativa capacità IT, dipende essenzialmente alla velocità di sviluppo delle applicazioni. Il problema è che nelle aziende che operano in campo digital risulta piuttosto difficile soddisfare rapidamente le richieste degli utenti a causa dell’inevitabile impiego di risorse in sicurezza, scalabilità e integrazione.

 

Scopri come velocizzare il Time-To-Market delle applicazioni con OpenShift

 

I tempi di realizzazione di un’applicazione sono essenziali per raggiungere i propri obiettivi di business, per questo abbiamo individuato sei modi per arrivare a dimezzare il time-to-market nello sviluppo delle applicazioni. Vediamoli insieme in questo articolo.

6 modi per dimezzare il Time-To-Market nel deploy delle applicazioni

1. Utilizzare la metodologia DevOps

Quando il team di sviluppo (Development) e il team degli addetti alle operations IT (Operations) collaborano attivamente e si integrano tra loro perfettamente, si parla di metodologia DevOps. Grazie alla collaborazione e interdipendenza dei due team, è possibile sviluppare le applicazioni in modo più rapido ed efficiente garantendo una pipeline continua di developement e consegna riducendo al minimo i colli di bottiglia nel processo di sviluppo e distribuzione del software.

2. Switch da applicazioni monolitiche ai micro-servizi

Pensando l’applicazione come composta da tante funzioni di base da implementare indipendentemente l’una dall’altra, piuttosto che come un unico prodotto monolitico consente di velocizzarne lo sviluppo. Le singole funzioni (micro-servizi) costituiscono un’architettura di progettazione software: le applicazioni vengono costruite come raccolte di servizi liberamente accoppiati. Ogni micro servizio è responsabile di una singola funzione e tutti interagiscono tra loro tramite protocolli di comunicazione come HTTP e TCP.

3. Rilasciare le app direttamente su cloud

Rilasciare le app direttamente su cloud significa, di fatto, svincolarle dal sistema operativo utilizzando quello che in gergo tecnico è noto come “containerizzazione” dell’app. Sfruttare i container per le applicazioni consente agli sviluppatori di concentrarsi sulle funzionalità, senza preoccuparsi dell’infrastruttura disponendo così di un controllo molto preciso di tutti gli aspetti dello stack dell’applicazione, con configurazioni dell’app che consentono una risposta rapida a eventi imprevisti.

4. Automatizzare la testing pipeline

Per produrre software di qualità superiore sfruttando le risorse esistenti non si può prescindere dall’impiego di un processo di automatizzazione della fase di test. Se poi il processo di test è inserito in una più ampia impresa strategica che porti al raggiungimento dei benefici dell’automazione, si otterrà la massima qualità del software, la velocizzare i tempi di introduzione sul mercato e un conseguente aumento del ROI.

5. Aumentare la produttività del personale IT e dell’intera azienda

Utilizzando efficienti piattaforme di sviluppo, come ad esempio OpenShift, gli sviluppatori di applicazioni e tutti i membri del team DevOps, possono lavorare su più applicazioni e funzionalità principali e necessitano di un tempo ridottissimo per la delivery. Le applicazioni sviluppate su questo tipo di piattaforme richiedono, inoltre, un minore tempo di gestione, da parte del personale, una volta in produzione. Grazie a questo, contribuiscono in modo concreto ad aumentare il valore della propria impresa. Soddisfare la domanda di applicazioni e servizi business di alta qualità, porta a risultati aziendali migliori e più alti livelli di produttività dei dipendenti.

6. Ridurre i rischi di interruzione

Le applicazioni sviluppate sulla piattaforme come OpenShift, hanno meno possibilità di causare interruzioni per gli utenti e per l’azienda. Riducendo al minimo (o addirittura azzerando il tempo di interruzione, non solo si migliora il TTM, ma si riducono anche i costi aziendali. Si stima infatti che l’utilizzo di una piattaforma PaaS consentirà alle imprese di risparmiare tempo produttivo per una media di 40000 dollari all’anno.

OpenShift, la piattaforma a supporto di Dev e Ops

Per poter attuare i 6 accorgimenti menzionati precedentemente, è inevitabile l’impiego di una piattaforma di sviluppo avanzata. In questo senso OpenShift offre una piattaforma comune per i team di sviluppo e operativi. OpenShift consente infatti di eliminare errori di configurazione, garantisce la coerenza e la standardizzazione dei vari componenti delle applicazioni e automatizza la distribuzione e il lancio di nuove funzionalità. OpenShift fornisce inoltre una piattaforma comune per applicazioni cloud, in cui è possibile operare in microservizi consentendo un’ampia scelta di framework applicativi, linguaggi di programmazione e strumenti di sviluppo per poter prototipare applicazioni innovative più rapidamente.

OpenShift permette non solo la containerizzazione, ma anche la pianificazione, il recupero e molte altre funzioni utili nello sviluppo delle app. Per il processo di automatizzazione della pipeline di testing, OpenShift ha un’integrazione nativa con le pipeline Jenkins CI/CD. Con OpenShift Pipelines è dunque possibile creare ed esegue le pipeline, senza nessun server CI/CD da gestire e testare e distribuire le applicazioni su più piattaforme senza server, direttamente dalla pipeline.

Per approfondire questo argomento e scoprire come OpenShift può aiutarti a portare al minimo il time-to-market delle tue applicazioni ti consigliamo di scaricare la guida completa a come velocizzare il Time-To-Market delle applicazioni con OpenShift. Ti basta un clic sul pulsante qui sotto!

 

Velocizzare Time-To-Market applicazioni con OpenShift

Share this post

  

Commenti

Prova Red Cloud Gratis per 30 Giorni

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo blog

   

Post correlati