<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1214412942025937&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Red Blog

Grandi cose accadono ai partner Red Hat: nasce Extra RED

Peppe De Marco,
Advanced Business Partner Red Hat

Quella che stiamo per raccontarvi, è la storia di un successo. Dalla partnership con Red Hat, è infatti nata in Extra la divisione Extra Red, costituita da un team di esperti sulle più evolute tecnologie Open Source.

 

Scarica subito: "IT trend 2018 - le tendenze della Digital Transformation"

 

Quando arrivo in Extra, sette anni fa, con il compito di espandere il mercato della Pubblica Amministrazione, trovo un’azienda che sviluppa prevalentemente software in ambito Java e che può contare su un bel gruppo di ragazzi bravissimi a realizzare applicazioni web e nel gestire diverse piattaforme Open Source opportunamente selezionate.

Nella primavera del 2011 ecco arrivare la giusta opportunità: l’ospedale di Careggi di Firenze indice una gara per la gestione dell’integrazione applicativa, attraverso l’utilizzo di un Enterprise Service Bus (ESB) Open Source, che all’epoca era conosciuto con il nome di Apache Service Mix.

Dopo esserci chiusi in quattro in una stanza, in due settimane riusciamo ad elaborare un’offerta tecnica di grande valore che ci consente di aggiudicarci una gara strategica per 5 anni e per un valore di circa 500.000 euro.

Extra Partner Red Hat | Progetto Careggi

A seguito dell’aggiudicazione della gara e dopo aver iniziato a realizzare le prime integrazioni in ambito sanitario, comincia una fase un po’ complicata: se da un lato i ragazzi di Extra stanno diventando sempre più esperti e appassionati sui temi dell’integrazione, dall’altro non riusciamo a “scaricare a terra” queste potenzialità.

In Extra crediamo che la fortuna esista, ma che non sia altro che farsi trovare preparati al posto giusto, al momento giusto.

Nel Luglio 2012 Red Hat acquisisce la community di Service Mix e nasce la suite Red Hat JBoss Fuse e l’11 dicembre dello stesso anno ho la mia prima telefonata con Morena Maci e Giovanni Pirola di Red Hat Italia, i quali mostrano subito un forte interesse per le nostre conoscenze sul prodotto appena entrato a far parte della loro offerta Middleware. Dopo quella telefonata, la strada della partnership con Red Hat viene imboccata praticamente subito e la direzione viene indicata chiaramente da Leonardo Paolino, il Presidente e anima di Extra, che sgombra il campo da ogni possibile scorciatoia, dandomi il mandato di valorizzarla il più possibile.

Sono state tantissime le occasioni di collaborazione con Red Hat in questi anni, basate tutte sul comune obiettivo di crescere. Non si è trattato soltanto di rivendere subscription quindi, ma sono state sperimentate numerose modalità di collaborazione sia di tipo commerciale su prospect e clienti, sia di tipo progettuale. Sono stati svariati i progetti, le PoC e le attività formative che abbiamo svolto in partnership. In quattro anni, abbiamo lavorato a circa 30 progetti, che ci hanno portato in 12 paesi Europei e anche al di fuori del nostro continente, per un totale di più di 800 giornate erogate da parte del personale Extra!

Nel video di seguito sono riportate le tappe principali del nostro percorso di crescita come partner Red Hat, un video interpretato dalle persone che oggi fanno parte della divisione “RED” di Extra. Questo gruppo oggi conta 20 persone; possiamo vantare 4 professionisti certificati su prodotti Red Hat, una decina di Trainer ufficiali Red Hat e 35 accreditamenti diversi sulle varie tecnologie. 

Sono diversi gli elementi che hanno contribuito a questa storia di successo. 

Primo tra tutti la compatibilità e la qualità delle persone che, in Extra e in Red Hat, hanno gestito la partnership nel rispetto dei ruoli e delle responsabilità reciproche. Per quanto riguarda Red Hat, oltre che a Giovanni e Morena sempre presenti dalla prima telefonata, mi fa piacere menzionare Gianni Anguilletti, Antonio Leo, Alessandro Frigerio, Edoardo Schepis, Danilo Maggi, Roberto Garbelotto, Roberto Pezzoni, Susanne Pollit e Jerry Lowe, che ci hanno seguito, stimolato e supportato da diversi punti di vista e continuano a farlo.

Un altro elemento importante di successo è stato quello di consentirci di far crescere le competenze del nostro gruppo attraverso la partecipazione a progetti, masterclass e attività di formazione sui prodotti che hanno, in questi anni, arricchito il portfolio prodotti di Red Hat. Dopo aver affrontato la trasformazione da sviluppatori Java a esperti di integrazione applicativa, nel gruppo “RED” di Extra ora possiamo contare esperienze e conoscenze sui temi del Cloud e dello IaaS, del DevOps e del PaaS, della gestione del BPM e dei motori a regole.

OpenShift, OpenStack, Red Hat Advanced Business Partner, Red Hat JBoss Fuse, JBoss BRMS, JBoss BPM Suite, jBPM

È facile comprendere che una storia come questa non posa terminare così. Le ambizioni di Extra e di Red Hat sono importanti e convergenti, quindi non ci si può stupire se nel futuro ci saranno rilevanti novità. Restate sintonizzati, ne abbiamo una quasi pronta. Nel frattempo scaricate il nostro ebook, basta un click!

Scarica l'ebook IT trend 2018: le tendenze della Digital Transformation

Share this post

   

Commenti

Prova Red Cloud Gratis per 30 Giorni

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo blog

   

Post correlati