<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336490476836615&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Smart Blog

3 motivi per cui dovresti applicare il Machine Learning ai tuoi Big Data

Davide Avella,

3 motivi per applicare il machine learning ai big data

Negli ultimi anni, lo sviluppo sul fronte tecnologico ha drasticamente cambiato lo scenario in cui molte aziende si trovano ad operare. Tra sensori, IoT, social media e database ci si è trovati di fronte ad un quantitativo di dati mai visto prima, tanto che Big Data (il nome attribuito a questo fenomeno) è diventato un termine di uso diffuso. Approcciarsi a una novità di così grande portata non è sempre facile, soprattutto perché i Big Data tali e quali non rappresentano la soluzione immediata a nessun tipo di problema: si tratta, insomma, di una risorsa di valore, ma che va saputa usare e analizzare per trarne un vantaggio.

 

Scopri come innovare e far crescere la tua azienda con i Big Data!

 

Una delle discipline che si stanno sviluppando intorno a questa risorsa ed sicuramente tra le più interessanti è il machine learning, l’apprendimento automatico. Sfruttare il machine learning significa, in poche parole, affidare a complessi algoritmi l’analisi dei dati a disposizione. Le potenzialità di questo tipo di approccio non si limitano alla facilitazione del processo di analisi, ma sono legate anche alla possibilità di risolvere problemi gestionali di diversa complessità.

Viene da sé che i benefici in termini di problem solving sarebbero numerosi e validi per tutti i tipi di business: vediamone insieme 3 esempi concreti.

1. Facilitare la segmentazione dei consumatori

segmentare i consumatori con il machine learning

Una delle applicazioni più interessanti del machine learning riguarda lo sfruttamento di algoritmi utili alla realizzazione di una segmentazione dei consumatori più precisa. Tali algoritmi hanno la caratteristica di operare senza supervisione, ovvero di andare a ricercare le strutture logiche all’interno dei dati a disposizione, senza che vi sia nessun tipo di input iniziale. Se questo potrebbe porre un velo di incertezza sull’output ottenibile, il machine learning in questo caso sarebbe da considerare molto più di un tool che semplifica l’analisi. Realizzare la segmentazione tramite questo metodo, infatti, favorirebbe lo sviluppo di tutte le strategie aziendali, poiché permetterebbe di indicare in modo accurato ed efficiente la direzione giusta da seguire.

2. Offrire contenuti su misura per ciascun cliente

Contenuti su misura del cliente

Le potenzialità del machine learning non si fermano alla sola segmentazione ottimale dei consumatori, ma lo rendono uno strumento utile anche in termini di definizione della product offering. Il machine learning è infatti anche in grado di comprendere quali siano i migliori elementi da offrire per ciascun segmento, favorendo la creazione di un sistema che permetterebbe di offrire soluzioni personalizzate in base al comportamento e alle preferenze indicate. Si tratterebbe di un risultato non di poco conto in un contesto come quello odierno, dove la personalizzazione è divenuta un must per il raggiungimento di successi concreti. Non è un caso che un colosso come Amazon stia sfruttando il machine learning già da diversi anni.

3. Prevedere i comportamenti dei consumatori

Prevedere i comportamenti dei consumatori con il machine learning

Gli algoritmi che muovono i programmi di machine learning, se sfruttati per sufficiente tempo, diventano capaci di fare un passo ulteriore rispetto alla semplice analisi dei dati, rendendosi utili anche come strumento predittivo. Sebbene siano necessarie delle competenze avanzate per la realizzazione di questo tipo di output, i risultati ottenibili sono di enorme portata. Lo sa bene American Express, che grazie all’analisi dei suoi Big Data è divenuta capace di prevedere, nel mercato australiano, il 24% delle chiusure di conti correnti con 4 mesi di anticipo: con questo tipo di tecnologia le possibilità di definire la corretta business strategy divengono ancora più numerose ed efficaci.

Considerato che quelli visti finora sono solo alcuni dei benefici che il machine learning applicato ai Big Data è capace di portare ai business, diviene chiara la portata globale che lo sfruttamento di questo elemento avrebbe in qualsiasi realtà aziendale. Sapere quale strada percorrere nel dinamico e tecnologico contesto odierno è una sfida che ogni giorno chi fa impresa cerca di vincere ed un piccolo passo verso questo obiettivo potrebbe risiedere proprio negli elementi visti oggi. 

Il mondo dei Big Data è, tuttavia, piuttosto complesso e la sua trattazione non si può esaurire con un singolo post. A tal proposito, per approfondire il tema scarica il nostro eBook gratuito "Innovare e far crescere l'azienda grazie ai Big Data": raggiungere la meta desiderata diventerà più facile se gli strumenti a disposizione ti indicano i sentieri da seguire!

la guida completa all'utilizzo dei big data

Share this post

   

Commenti

New call-to-action

Iscriviti alla Newsletter

Condividi questo blog