<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336490476836615&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Smart Blog

Che cosa sono i Big Data e come possono aiutare le imprese?

Davide Avella,

Big Data per le aziende

Il termine Big Data descrive l'ampio volume di dati, sia strutturati che non strutturati, che raggiungono quotidianamente le aziende in un flusso continuo. Ma non è (solo) la quantità dei dati che è importante: quello che conta è ciò che le organizzazioni riescono a fare con queste informazioni. I Big Data possono infatti essere studiati e analizzati in modo da guidare le decisioni aziendali verso le azioni strategiche migliori.

 

Scopri come Innovare e far crescere la tua azienda con i Big Data!

 

I Big Data possono provenire da fonti tradizionali o digitali, dall'interno o dall'esterno della tua azienda. Quale sia la fonte, la sostanza non cambia: sono una fonte di continua scoperta e analisi.

Ad alcune persone piace limitare i Big Data agli input che provengono dal web, come il comportamento del web e le interazioni dei social network (i cosiddetti Social Big Data); tuttavia, i CMO e i CIO concordano sul fatto che non si possono escludere le informazioni derivanti dalle transazioni del prodotto, dai registri finanziari o dai canali di interazione offline, come i call center o i punti vendita. Tutto quanto è ricollegabile ai Big Data, anche se il volume dei dati prodotti online, in crescita a un ritmo vertiginoso, possono talvolta sminuire il volume delle informazioni raccolte offline.

Ma come si definiscono i Big Data? E quali sono i vantaggi dei Big Data per le aziende?

Le 3 V che caratterizzano i Big Data

Le 3 V che caratterizzano i Big Data

Se il termine Big Data è relativamente nuovo, raccogliere e conservare grandi quantità di informazioni per una successiva analisi è un’operazione antichissima. Il concetto ha acquisito slancio nei primi anni 2000, quando l'analista Doug Laney ha articolato la definizione di Big Data a partire da tre V:

Volume. Le organizzazioni raccolgono dati da una varietà di fonti, tra cui transazioni commerciali, social media, sensori in-store o collegati ai macchinari industriali. In passato, archiviare tutte queste informazioni sarebbe stato un problema, ma le nuove tecnologie (come Hadoop) hanno apportato un grosso contributo per la sua risoluzione.

Velocità. Le informazioni corrono a una velocità senza precedenti e devono essere affrontate in modo tempestivo. Tecnologie come tag RFID, sensori e sistemi smart metering stanno guidando la necessità di gestire flussi di dati in tempo quasi reale.

Varietà. I dati sono disponibili oggi in una moltitudine diversa di formati, da dati numerici strutturati nei database tradizionali a documenti di testo non strutturati, e-mail, video, audio, transazioni finanziarie e molto altro.

La miniera d’oro dei Big Data

La miniera d'oro dei Big Data

L'analisi di grandi quantità di dati, inclusi quelli spesso trascurati, può fornire informazioni preziose che è possibile utilizzare per migliorare la propria attività. Le organizzazioni si affidano a queste informazioni per ridurre i costi, operare in modo più efficiente e trovare nuovi modi per aumentare i profitti. Analizzare i Big Data può aiutarti infatti ad affrontare i problemi ben prima che questi si verifichino, prevedendo i comportamenti e le esigenze dei clienti (con ovvie ripercussioni positive sul bilancio!).

Le aziende che basano il loro processo decisionale sui dati risultano infatti più produttive e capaci di raggiungere maggiori profitti rispetto ai competitor. Si fa sempre più spazio l’idea che affidare le proprie scelte al pensiero comune o alle pure intuizioni del top management non sia il modo migliore per condurre le imprese di oggi verso il successo e il superamento della concorrenza.

I Big Data: nuove sfide nel paradigma IT

Big data | Nuove sfide nel paradigma IT

Scavare a fondo nei Big Data e recuperare informazioni utili per il business è un procedimento tanto gratificante quanto complesso. Iniziare a lavorare sui Big Data implica anche fare riferimento a tutta una serie di sfide lato IT: le tue fonti sono affidabili? Hai un’adeguata capacità di archiviazione? La tua memoria basata su hardware ti rende difficile ricercare, accedere, gestire i dati? La tua architettura è in grado di adattarsi alla tecnologia dei dati in continua evoluzione? Stai approfittando del cloud? I tuoi dati sono protetti?

Il grande valore apportato dall'analisi dei Big Data richiede che le organizzazioni siano in grado di gestire e studiare questo flusso costante di informazioni. Poiché gli attuali metodi di integrazione raramento riescono a soddisfare tutte queste esigenze, ciò che ne risulta è spesso un sistema inflessibile e di difficile gestione. Oggi, tuttavia, sono disponibili strumenti per la preparazione dei dati che consentono l'accesso virtualizzato a molteplici fonti di dati, rendendo possibile usufruire di informazioni in maniera tempestiva e nei contesti più appropriati.

Da dove cominciare? Le fondamenta

I dati alla base di ogni impresa

L’obiettivo finale, ormai l’abbiamo capito, è quello di ottenere informazioni utili per il tuo business a partire dai dati. Ma prima di poterli sfruttare, avrai bisogno delle giuste basi che ti garantiscano la completezza, affidabilità e tempestività dei dati. Una base che ti consenta di:

  • integrate facilmente le tradizionali tecnologie di data management, come data warehouse e database, con nuove tecnologie come Hadoop e Spark;
  • adeguarti ai cambiamenti del panorama competitivo, alle tecnologie emergenti e alla volatilità delle dimensioni delle operazioni aziendali;
  • prepararti per il domani mentre risolvi oggi le tue più grandi sfide sui dati;
  • evitare di rimanere bloccato a un qualsiasi approccio del fornitore (considera che le tecnologie per affrontare i Big Data sono pur sempre nelle fasi iniziali);

Se si ottiene in partenza una base errata, nessun investimento o software di analisi potrà fornirti i presupposti per ricavare informazioni veramente utili per le tue decisioni.

Una cosa è certa: ogni impresa ha bisogno di comprendere appieno i Big Data - cosa sono per loro, cosa fanno per loro, cosa significano per loro - e soprattutto il vantaggio di guidare l’azienda basandosi su dati reali e concreti.

Vuoi sapere da che parte cominciare? Scarica il nostro eBook gratuito e scopri come innovare e far crescere la tua azienda con i Big Data!

 

la guida completa all'utilizzo dei big data

Share this post

   

Commenti

New call-to-action

Iscriviti alla Newsletter

Condividi questo blog