<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1267344923293614&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Blog

Come funziona la gestione dei cespiti aziendali su NetSuite

Gaia Tedeschi

Gaia Tedeschi, 6 febbraio 2020 | NetSuite

Una corretta gestione dei cespiti aziendali rappresenta un’attività fondamentale per migliorare l’efficienza e la produttività della propria società.

Se vuoi scoprire di più su NetSuite richiedi una demo gratuita!

A tale proposito, esistono molti motivi per cui affidare la gestione dei propri beni strumentali ad un sistema ERP: i sistemi più moderni, come Oracle NetSuite, sono totalmente personalizzabili e flessibili, e quindi possono adattarsi a tutte le diverse realtà aziendali. NetSuite è in grado inoltre di mantenere un allineamento costante tra la situazione contabile e la realtà fisica presente in azienda, riuscendo a gestire tutte le tipologie di riconciliazione fisiche e contabili.

Le quattro aree della gestione cespiti

Oracle NetSuite non si limita alla mera registrazione delle anagrafiche cespiti, ma gestisce i beni dal momento dell'acquisizione fino alla loro eliminazione: è possibile infatti registrare e storicizzare per ogni cespite i diversi tipi di operazione che potrebbero alterare il valore di ammortamento (acquisto, vendita, rivalutazione e svalutazione, cambio categoria, ecc.).
La funzione di calcolo dell'ammortamento produce poi in modo totalmente automatico i dati per la stampa del registro beni ammortizzabili, e inoltre permette di memorizzare le quote di ammortamento, le plusvalenze e minusvalenze realizzate dalla vendita.

In questo articolo vedremo nello specifico il funzionamento del modulo Cespiti su NetSuite con le sue varie funzionalità: il lancio degli ammortamenti, la cessione e la dismissione.

Creazione Cespite

Il primo passo è quello di creare all’interno del sistema ERP il tipo cespite, ovvero la classe che raggrupperà i cespiti della stessa categoria, e che andrà a movimentare gli stessi conti con la medesima aliquota d’ammortamento. In questa fase è possibile anche indicare una percentuale residua (ovvero il valore minimo a cui il cespite potrà arrivare alla fine dell’ammortamento), la durata di vita del cespite espressa in mesi ed infine i vari conti associati al cespite (ad esempio i conti di ammortamento, fondo, plusvalenza e minusvalenza).

Dopo aver creato il tipo cespite, si potrà procedere ad inserire il cespite vero e proprio. Sarà sufficiente inserire il nome, il costo del bene, la data di acquisto ed assegnare la categoria: tutti gli altri campi si compileranno automaticamente a partire dai valori precedentemente inseriti nel tipo cespite.
L’anagrafica consente inoltre di catalogare i beni non solo in ottica fiscale ma anche in ottica gestionale, tramite criteri di classificazione personalizzati (ad esempio registrando il settore o il reparto aziendale che li utilizza).

Oracle NetSuite permette anche di generare un cespite a partire da una fattura d’acquisto, attraverso la funzionalità “Asset Proposal”. Questa feature consente, selezionando il tipo di bene e cliccando sul tasto “Proponi nuovi beni”, di rintracciare tutte le fatture in cui è stato utilizzato il conto agganciato al tipo cespite. In questo modo il cespite verrà creato automaticamente.

Ammortamenti

La funzionalità per la gestione degli ammortamenti sulla piattaforma Oracle NetSuite permette di gestire piani di ammortamento annuali o pluriennali, utili ai fini previsionali. Sul sistema è possibile inoltre scegliere tra più metodi ammortamento: quote costanti, quote crescenti, quote decrescenti, ecc.
Il lancio degli ammortamenti viene eseguito in ciascun mese, con la rilevazione automatica di una prima nota contabile. Questa prima nota sarà rintracciabile nella relativa anagrafica cespite, all’interno della subtab “Transactions” del tab “Depreciation History”.

Cessione Cespite

Per registrare a sistema la cessione di un cespite, invece, è sufficiente utilizzare la funzionalità “Smaltimento beni”. In questa pagina si dovrà selezionare come tipo cessione il valore “Vendita” e successivamente si potrà procedere a compilare tutti i campi necessari a creare la fattura di vendita (saranno richiesti come informazioni obbligatorie i cespiti da cedere ed il loro prezzo di cessione).
Al termine del processo saranno create una fattura di vendita e una prima nota, che rileveranno la chiusura del conto cespite e del suo fondo e la plusvalenza o minusvalenza.

Dismissione Cespite

Per dismettere un cespite su NetSuite, si può utilizzare la stessa funzionalità utilizzata per la cessione. In questo caso però, invece di selezionare “Vendita”, sul tipo cessione si dovrà selezionare il valore “Storno”.
Sulla tab “Disposal Details” sarà necessario indicare i cespiti da dismettere. Al termine del processo sarà creata automaticamente una prima nota che chiuderà il conto cespite e il suo fondo, e ne rileverà l’eventuale insussistenza.
Anche in questo caso, le prime note generate dal sistema saranno rintracciabili nell’anagrafica del cespite nella subtab “Transactions” del tab “Depreciation History”.

Come avrai capito NetSuite ti permette una gestione cespiti completa e di facile intuizione, ma le sue funzionalità non finiscono qui. Se vuoi scoprirle tutte richiedi una demo gratuita!

Vision-Contattaci

Lascia un commento